Teatro a Gioia del Colle, Il malato immaginario ovvero Le Moliere imaginaire

Teatro a Gioia del Colle, Il malato immaginario ovvero Le Moliere imaginaire, 8-3-2013, Giaia del Colle

La bella cittadina di Gioia del Colle, ha il piacere di presentare una interessante e divertente versione de “Il malato immaginario” di Molière, già accolta favorevolmente dal pubblico di moltissimi teatri italiani.
La commedia si apre con la maschera di Pulcinella, interpretata da Marco Manchisi, fortemente voluta dalla regista Teresa Ludovico come simbolo della Commedia dell’Arte, la quale interpreterà anche la serva Tonietta.
La poltrona di Argante, sarà il centro del palcoscenico del teatro Rossini di Gioia, su cui convergeranno gli interessi degli altri personaggi.

La compagnia è formata da bravissimi attori perfettamente affiatati, come Serena Brindisi nel ruolo di moglie di Argante, e Michele Ciprian in quello del figlio del dottore; Augusto Masiello interpreterà Argante con grande bravura. Alcuni degli attori hanno collaborato anche con Martinelli, e in quest’opera sono la partenza per una reinterpretazione fluida di un’opera classica, ovvero quella capacità che poche compagnie hanno, nel reinterpretare un testo dandone una chiave nuova.
L’attenta riscrittura della regista, manterrà i pilastri fondamentali drammaturgici e lo svolgersi coerente del testo: perfettamente delineati saranno l’ironia verso i medici ed i farmacisti, sempre odiati da Molière; ma anche l’eterna insoddisfazione di Argante con il suo egoismo egocentrico, il suo rifugiarsi nella presunta malattia, comodo schermo per non vedere la realtà.
Particolarmente efficace risulterà anche la caratterizzazione dei personaggi positivi vestiti di bianco, in opposizione alle presenze oscure vestite di nero.

Anche la conclusione è cambiata: non è più il fratello Beraldo ad organizzare, per burla, con degli attori il finto esame di laurea in medicina per Argante, bensì è la serva Tonietta a suggerire al padrone che, ormai, la lunga frequentazione di medici e farmacisti lo ha fatto diventare un esperto in materia.

Le musiche dello spettacolo sono quelle scritte da Nino Rota per “Le Molière imaginaire” balletto di Maurice Bejart, e sottolineeranno la sottile linea dell’immaginazione che unisce Argante, il sano che trova conforto nelle malattie che non ha, a Molière, mente teatrale che, come tutti gli artisti, ha fatto dell’immaginazione una vocazione. Da cui il titolo del bellissimo spettacolo.
Si uscirà davvero soddisfatti dalla sala del Teatro Rossini, dove la compagnia del Kismet avrà messo in scena un divertente e sorprendente Malato immaginario.

Per info:
Teatro Rossini, Comunale
Via Gioacchino Rossini, 1
Gioia Del Colle
(BA)

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *