Teatro, Bella e Bestia

“Bella e Bestia” arriverà a Massafra, dopo aver riscosso grande successo per una intera stagione in tutta Italia. La produzione porta al teatro Comunale di Massafra un sistema sceno-tecnico innovativo e all’avanguardia, automatizzato, dotato di tecnologia all’avanguardia per i movimenti e i cambi scenici che sostituisce, di fatto, l’effetto già prodotto dagli storici girevoli.
La protagonista, Belle, è un’artista in grado di creare incanto, commozione e pathos sul palco, come pure dalle note di un album musicale, non risparmiandosi mai, spinta dall’amore per quel che fa e questo crea la differenza. Ha una voce che fa emozionare e volare in brani sognanti come “Belle”, che descrive i desideri della ragazza che vive e sogna le avventure lette nei suoi amati libri.
Si tratta sicuramente di un musical adatto a tutte le età da vedere più di una volta, soprattutto per le meravigliose musiche e l’interpretazione degli artisti sul palco, nonché per il significato stesso dell’opera: guardare oltre le apparenze, vivere la tolleranza, sforzarsi di capire quel che appare anormale e strano ad uno sguardo superficiale.

Quel che colpisce e resta nel cuore dello spettatore in questa favola rappresentata al Teatro Comunale di Massafra, sono infatti soprattutto le musiche oltre che l’interpretazione degli artisti che danno vita ai personaggi del celebre cartone animato targato Walt Disney.
Anche la figura della Bestia riuscirà perfettamente a trasmettere la tenerezza del personaggio nei momenti in cui la Bestia inizia il suo percorso di trasformazione interiore (prima che fisica) ad opera dell’amata. Tra le scene più coinvolgenti dello spettacolo c’è, infatti, quella in cui la Bestia si appassiona e si commuove mentre Belle gli legge un libro e scopre la meraviglia della lettura, della condivisione, del potersi riconoscere nei sentimenti di qualcun altro. La sua interpretazione è molto forte anche nelle parti ironiche.

La canzone più famosa del musical verrà interpretata al Teatro Comunale da Mrs Bric, che accompagnerà i protagonisti nella conosciutissima scena del ballo romantico, la più evocativa e sognante dello spettacolo.
Colonne portanti della storia, saranno il Lumiere e il Din Don, che superano di gran lunga i personaggi del cartone animato e regaleranno al pubblico i momenti più frizzanti ed esilaranti dello spettacolo.
Il compito del cattivo è affidato a Gaston, personaggio sopra le righe, dall’eccellente interpretazione grazie alla mimica facciale, e al modo di parlare.
Personaggio incisivo che cattura immediatamente le simpatie degli spettatori è anche quello di Madame de la Grande Bouche che prenderà vita sul palcoscenico del Teatro Comunale.
Per finire, tra i vari personaggi spiccherà anche Maurice, il padre di Belle, che interpretarà un padre affettuoso, di sani principi e geniale inventore, considerato, come la figlia Belle, pazzo dalla gente comune, a causa dell’essere fuori dai canoni di quel che i più considerano “la normalità”.
Uno dei temi, tra l’altro più importanti di tutta la storia.

Quella rappresentata al teatro di Massafra è una delle fiabe più classiche: una bestia accoglie nel suo castello un padre che ha perso la strada, ma il padre prima di andar via coglie una rosa per la sua figliola. La Bestia lo minaccia di morte, a meno che il padre non gli dia in sposa una delle sue tre figlie. La prescelta imparerà ad amarlo, nonostante la sua bruttezza, la sua goffaggine, il suo pelo.
E’ una fiaba bellissima che permette di imparare ad accettare l’altro, anche quello che c’è dentro di noi.
Un inno anche alla accettazione delle diversità.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *