Tour per masserie nel territorio di Noci

Nel territorio di Noci (Ba), la patria della Pietra a Secco dal fin dal mese di maggio sono stati organizzati tour per ammirare il quadro spettacolre della natura in questi luoghi da  favola. Il nome Noci si riferisce ed attesta la presenza proprio di un bosco con alberi di noci nei pressi della ridente cittadina., meta sempre di numerosi turisti ancora alla ricerca di una incontaminata natura.

I tour curati e organizzati dall‘Associazione Turistica Culturale “Terre delle Noci” prevedono visite  al Santuario della Madonna della Croce, al Monastero Benedettino della Madonna della Scala, alla Chiesa Madre  dedicata a Santa Maria della Natività, ma soprattutto si tratta di escursioni nelle belle campagne limitrofe e proseguiranno fino al 2 Ottobre 2011. I notissimi trulli e le affascinanti pajare, autentiche rappresentazioni del paesaggio rurale pugliese, sono costruzioni in pietra con spesse mura e volte a botte spesso immerse in una distesa di ulivi secolari: il silenzio e la pace che li circonda consentono di vivere un’esperienza di totale relax, lontani dai ritmi e dai rumori della città e circondati solo da una natura che sa sorprendere ogni momento di più.

Masserie pugliesi

La partecipazione al ” Tour ” si effettua previa prenotazione entro 3 giorni dalla data prescelta all’indirizzo e-mail: terredellenoci@tiscali.it oppure telefonando al 368.7091183 – 327.6129567. La quota di partecipazione di 30,00 euro (adulti) e 20,00 euro (bambini da 6 a 10 anni), comprende anche trasferimenti con pulman, pranzi presso locali della zona, guida in italiano.  I prossimi tour sono previsti in data 10 settembre 2011 e in data 2 ottobre 2011 e comprenderanno anche pranzi nelle masserie del territorio di Noci, dove oltre ad ammirare dal vivo la vita di una masseria, si potranno gustare piatti ormai non più usati nei ristoranti, quali la “capriata o macco”, una minestra fatta con fave e cicoria selvatica; i calzengiidde o panzarotti  involucri di pasta da pane contenenti un ripieno; orate alla San Nicola cioè tolte da una salsa a base di olio e limone e arrostite in graticola: durante la cottura vengono bagnate con il liquido della stessa salsa; polpi arricciati cioè polpi battuti sugli scogli e mangiati crudi; e ancora: cozze fritte, capocolli, prosciutti, salame piccante, noci, olive.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *