Tradizioni a Ugento, San Vincenzo a cavallo

dal 21-1-2014 al 22-1-2014 #feste #salento #ugento

San Vincenzo di Saragozza a Ugento, ha una valenza del tutto particolare, a cominciare dalla suggestiva statua in marmo del santo, nella bellissima Piazza San Vincenzo: sulla lapide datata 1948 si legge ” San Vincenzo Martire, gli Egentini offrono auspicando protezione, nella ricostruzione materiale e spirituale della Patria”.

Tradizioni a Ugento, San Vincenzo a cavalloAltra particolarità è l’inizio della festa in onore di questo Santo, che avviene con l’arrivo in sella ad un cavallo, di un giovane della cittadina che rappresenta San Vincenzo. Ali di folla avvolgono il cavaliere, tra commozione e canti suggestivi.
I festeggiamenti in onore del Santo patrono pervadono dunque in modo insolito tutta la cittadina e anche l’intera diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca, entrambe sotto la sua protezione. Alle 18.30 del 21 Gennaio 2014, il cavallo con il giovane che rappresenta San Vincenzo partirà dal seminario, percorrerà via Messapica e giungerà davanti alla chiesa matrice, atteso dai fedeli.
La festa di San Vincenzo a cavallo, prevede anche un mercatino allestito nel centro storico, una vera tentazione per chi ama il cibo e per chi ama lo shopping, per andare alla scoperta dei coloratissimi, caotici e spettacolari vicoli di Ugento. E’ gia dalla disposizione minuziosa dei banchi che nasce lo spettacolo e la meticolosa distribuzione dei prodotti, come un’esplosione di colori, rispetta tutte le sfumature cromatiche. Dalle sei del mattino, si potrà assistere al più grande spettacolo tradizionale di tutto il Salento e passare in rassegna tutto il meglio della cucina tradizionale, dell’antiquariato, dell’oggettistica, nei variopinti banchi che rendono quello di San Vincenzo uno dei mercatini più belli del Salento.

Numerosi e straordinari miracoli si operavano mentre San Vincenzo era in vita e si operano tuttora, a detta degli abitanti di Ugento, all’invocazione del santo nome, benedetto dal cielo. Si narra per esempio che a Saragozza la gente venne salvata dall’assedio posto dai Franchi grazie all’intercessione di San Vincenzo.
La data del 22 gennaio, ricorda il martirio che il Santo subì nel 304, quando il suo corpo, pur gettato nel fiume legato a un grosso macigno, galleggiò fino a riva. Questo narrano le Sacre Letture che precedono la suggestiva processione che percorrerà le vie del centro storico durante la giornata del 22 Gennaio, preceduta da una statua del Santo, un mezzobusto in cartapesta leccese, risalente ben al 1941.
Protettore in particolare degli orfani, delle vedove e dei poveri, la statua di San Vincenzo viene seguita da centinaia di fedeli; d’altra parte il suo nome, derivante da Vincens, vuole essere per la comunità di Ugento un simbolo e un augurio di vittoria.
Vincenzo rappresenta nell’intero Salento il vincente, colui che vince il male, qualunque esso sia, e giungendo simbolicamente a cavallo, è accanto ai fedeli, in una fede che si rinnova anno dopo anno.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *