Trani

Un passato ricco di fama e di splendore, litorali sabbiosi, un centro storico ricco di belle chiese e palazzi, è Trani, comune di più di 50.000 abitanti situato a nord di Bari e che prossimamente diventerà a sua volta provincia insieme con Adria e Barletta.

{IMU_468_60}

Trani affonda la sua origine in un passato molto remoto, lo testimoniano reperti archeologici che attestano la presenza dell’uomo nel territorio già alcuni millenni fa. Sottomessa all’Impero Romano diventerà un centro importante a partire dal basso medio evo. Diventata bizantina, dopo una parentesi longobarda la città conosce un grande sviluppo soprattutto dal punto d vista commerciale e come base per i traffici con l’area orientale del Mare Mediterraneo. Veneziani, normanni e svevi ne svilupperanno la vocazione portuale, cui contribuiranno in grande misura gli ebrei con una comunità molto attiva nell’area. Altri aspetti importanti della Trani medievale erano la posizione altamente strategica che ne faceva un luogo importante dal punto di vista amministrativo e culturale grazie alla presenza di diverse famiglie molto importanti di armatori e commercianti che ne incentivavano lo sviluppo. Trani sarà anche sede di diverse strutture giuridiche molto importanti per la provincia e la regione.

Dopo un periodo di crisi e di oblio, durante la dominazione di angioini ed aragonesi, ritroverà il suo splendore sotto il regno dei Borboni, soprattutto come centro amministrativo e giudiziari, primato che mantiene tutt’oggi.

Trani è una festa per i visitatori, grazie all’abbondanza di palazzi nobili, tra questi settecenteschi Palazzo Valenzano e Palazzo Quercia, e le moltissime chiese (ce ne sono più di 100!). Tra quelle più interessanti la Cattedrale di Trani, chiamata anche Cattedrale di San Nicola Pellegrino, un bell’esempio di chiesa romanica, che svetta all’estremo limite della città, porgendo le spalle al mare, dando alla linea della città la sua suggestiva e pittoresca immagine.

La Chiesa ed il Monastero di Santa Maria di Colonna, la cui costruzione è dell’anno 1000, e la Chiesa di San Martino. Molto suggestive da visitare la Chiesa di Ognissanti o dei Templari, bell’esempio di chiesa romanica al cui interno si possono ammirare numerose tele preziose, e la Chiesa di S. Antonio Abate e fortino, una chiesa costruita all’interno di una fortificazione che guarda sul mare, e che in seguito venne uteriormente fortificata per resistere agli attacchi dei saraceni provenienti dal mare.

Dato che la comunità ebrea era molto importante in città, c’erano anche 4 sinagoghe, per secoli importanti luoghi di culto, di cui oggi ne restano in piedi solo due che sono diventate luoghi di culto cattolico: la Chiesa di Santa Maria Scolanova e la Chiesa di S. Anna. Interessanti anche le chiese barocche, Sant’Agostino, San Rocco e la Chiesa del Carmine.

{IMU_468_60}

Da segnalare per chi volesse nuotare la bella spiaggia di Colonna, posta in un’insenatura naturale e dotata di tutto ciò che serve per l’accoglienza dei bagnanti, sdraio, ombrelloni e attrezzature per gli sport acquatici. Non è l’unica spiaggia naturalmente ma è quella più vicina alla città e la più frequentata. Se avete un mezzo a vostra disposizione non avete che l’imbarazzo della scelta, 40 chilometri di bellissimo litorale a vostra disposizione! A Trani si mangia anche molto bene, parecchi buoni ristoranti soprattutto di pesce allieteranno le vostre serate.

I commenti sono chiusi.