Una fiaba pugliese in teatro, La Sposa Sirena

dal 2-2-2014 al 4-2-2014 #teatroragazzi #teatrolecce #salento

Una fiaba popolare complessa, vincitrice del Premio “L’uccellino azzurro” (Molfetta, 2013), quella che andrà in scena ai Cantieri Teatrali Koreja dal 2 al 4 Febbraio 2014, rappresentazione prevista in appuntamenti sia mattutini che pomeridiani: una fiaba in cui il tema dell’amore si lascia contaminare dalle sirene e dai sogni, acquistando quella leggerezza tipica che solo le fiabe sanno donare anche ai temi dolorosi.
La tournée proseguirà poi nei migliori teatri d’Italia, in città quali Perugia, Parma, Salerno, Avellino, Carpi, per poi essere di nuovo nei teatri pugliesi nell’aprile 2014.

Una fiaba pugliese in teatro, La Sposa Sirena

Per la drammaturgia di Katia Scarimbolo e la preziosa regia di Michelangelo Campanale, la fiaba narra delle vicende di Filomena, la sposa di un marinaio che si lascia sedurre da un giovane; il marito pensa che la donna meriti di morire e la getta in mare, ma le Sirene le evitano la morte, la chiamano Schiuma e affascinate dalla sua bellezza, le insegnano ad incantare i marinai.

Valentina Franchino, Salvatore Marci e Lucia Zotti interpreteranno magnificamente questa fiaba tarantina, tessuta dal tempo con la sapienza del racconto popolare e della mitologia greca. Taranto appare custodire, nel suo castello, nelle torri, nel mare, ancora oggi la figura della sirena, nella quale si riflette la realtà moderna.
Infatti la storia termina con Filomena ancora innamorata del marito, tanto che quando questi si getta in mare, corre a salvarlo nonostante il parere negativo delle altre sirene.
Come in ogni fiaba che si rispetti, non mancheranno gli elementi della magia: solo qualdo l’uomo ruba alle sirene un fiore-talismano, Filomena torna donna e sposa, e attenderà il suo uomo.

Per info:
Cantieri Teatrali Koreja
Via Guido Dorso 70,
Lecce
Tel. 0832/242000

Orari spettacoli:
2 febbraio 2014, ore 11 e ore 17.30
3 e 4 febbraio 2014, ore 10

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *