Urban Story Teller, 15 artisti in mostra a Lecce

dal 24-1-2014 al 16-2-2014 #urbanstoryteller #mostra #salento

La Galleria “Living Gallery” di Lecce, per il 2014 ha in serbo nuove sorprese: fino al 16 Febbraio, 15 artisti di fama mondiale esporranno le loro opere, che hanno come tematica l’immagine. Nella società attuale, definita appunto società dell’immagine, si ha un imponente sviluppo dell’aspetto visivo del vivere umano, conta il suo modo di rappresentarsi, il suo mostrare e mostrarsi, e il Salento si fa portavoce di questa nuova tendenza.

Urban Story Teller, 15 artisti in mostra a Lecce

In questa mostra già  acclamata da numerosi visitatori, l’apparenza sembra “impossessarsi” dell’aspetto interiore, come se l’immagine esteriore svuotasse quasi completamente l’interiorità. Curata da Dores Sacquegna, la mostra vuol rappresentare ciò che l’immagine è oggi: il veicolo, in quanto esperienza visiva, per la diffusione del potere. Come si comprenderà dalle opere in mostra, il XXI secolo rappresenta appieno la “società dell’immagine”, cioè quella società ormai tutta elettronica, dove l’immagine diviene simbolo e spesso si interpone tra l’essere umano e la realtà.

Non più quindi, solo l’immagine fotografica, cinematografica o televisiva, ma ormai anche quella informatica, la quale sarà la protagonista di questa affascinante mostra allestita in Salento. E gli artisti che interpreteranno questa nuova tendenza sono: Sofi Basseghi (Australia), N.Brusovani (Istraele), C. Cezanne-Thauss e J. Jan (Austria), K.Chan (Canada), P. Mitch, D. Shaposhniova, E. Pelka e G. Moust (USA), N.Dublemortier e A. Nahum (Francia), T. Olabuenaga (Messico), M. Paiva (Norvegia) e F. Tanderup (Danimarca). A rappresentare l’Italia sarà Maria Luisa Imperiali, col suo “Visionary traveller”, il lavoro di un’artista attenta e sensibile, che con una sequenza di immagini fotografiche, narra il passare del tempo. Degne di nota sono “Guerrieri urbani”, l’opera della canadese Kim Chan e il “Cristo che porta la sua croce nelle strade cittadine”, opera di Natan Brusovani, il quale mostra il vivere in una società in cui conta di più l’apparire rispetto all’essere o meglio in cui l’essere coincide con l’apparire.

Alcuni artisti, come Sofi Basseghi, hanno scelto di portare in mostra un film-documentario: qui, l’autrice mostra una protagonista che si perde in una fabbrica con vicoli ciechi, e ogni stanza che attraversa rappresenta le diverse storie giornaliere di una donna, in una originale rilettura della tradizione visiva.
Quella attuale è una società che fa riferimento ad immagini-idolo, una cultura fatta di modelli e icone generati dal mondo della pubblicità, dello sport, dello spettacolo, della televisione; fino ad arrivare alle nuove tecnologie, per le quali la condivisione di immagini è un aspetto fondamentale. Il Salento ancora una volta, grazie al Living Gallery, apre una porta verso una nuova visione del mondo.

Per info:
Living Gallery
Viale G. Marconi 4
Lecce
Primo Piano
Tel: 0832.30 40 14
GIORNI E ORARI: dal lunedì al venerdì: 11:00-13:00/16:00-19:30; sabato: 16:30-20:30

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *