V edizione del Carnevale Apricenese

V edizione del Carnevale Apricenese, dal 2-2-2013 al 12-2-2013, Apricena
Il Carnevale di Apricena vanta un’antica tradizione: un tempo aveva il carattere di una manifestazione spontanea e la partecipazione di popolo era pressoché totale. Già nel 1600 nel territorio di Apricena vi era l’usanza di buttare uova marce e agrumi per le strade, divertimento preferito; agli inizi del ’700 il carnevale andò raffinandosi e arricchendosi di una carica di ilarità grazie anche a poeti popolari abili nell’improvvisare spassose rime per le strade e nelle piazze. Nell’Ottocento il carnevale compì un salto di qualità con l’introduzione della sfilata di carrozze trainate da cavalli riservati ai nobili della città che lanciavano raffiche di confetti agli spettatori. Negli angoli di ogni strada bizzarri e spiritosi giochi popolari, come l’albero della cuccagna, il tiro alla fune e la corsa con i sacchi, giochi tornati alla ribalta da diversi anni.
Ma è solo alla fine degli anni venti che per il carnevale di Apricena avviene la grande svolta: un forte richiamo turistico di autentico valore folklorico. All’inizio degli anni trenta invece entrarono in scena le maschere in cartapesta, che poi si trasformano in carri allegorici trainati dai buoi, contornati da personaggi e gruppi satirici in movimento.

Oggi il carnevale di Apricena è organizzato dalla locale Associazione Culturale “Peter Pan”, in collaborazione con le scuole elementari cittadine “Padre Pio”, “Pitta” e “Collodi”. Numerosi saranno gli appuntamenti patrocinati dall’Amministrazione Comunale di Apricena, e per le strade di Apricena si assisterà ad uno spettacolo itinerante con protagonisti carri allegorici e circa trecento maschere.
Nel 2013, si assisterà alla V edizione del Carnevale organizzato modernamente dalla cittadina, con la sfilata che si muoverà innanzi al Palazzo Baronale, ai resti del Borgo-Castello di Castropagano, antica rocca saracena, all’ombra dei famosi dirupi rocciosi situati nei pressi della città.
L’idea di istituire i primi carri allegorici venne concretizzata da Papa Alessandro VI all’inizio del 1500; ad Apricena, sebbene la lavorazione della cartapesta abbia origini antiche per la realizzazione di statue sacre, per vedere realizzati i primi carri allegorici bisogna attendere qualche secolo, cioè quando alcuni volenterosi artigiani iniziarono la lavorazione della carta pesta nell’intenzione di realizzare i primi carri.
Un tocco di gentilezza nel carnevale Apricenese si vedrà nei carri ricoperti di fiori: con fantasia personale ed un tocco di maestria, si addobberanno carri con ferro, legno, reti metalliche, e polisterolo, la base della struttura alla quale in ultimo si applicheranno gli elementi decorativi floreali.

L’esperienza, la fantasia e l’antagonismo dei vari enti partecipanti, aumentano la maestosità e la complessità delle maschere presenti al carnevale di Apricena, che ogni anno risulta più bello e più ricco, e vanto di uno dei più bei carnevali della Puglia.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *