Via Crucis di Listz, per soli Coro e Pianoforte

La produzione musicale del compositore Franz Listz, è sempre stata influenzata da elementi sacri; il progetto pluriennale di Educazione Permanente “Dietro le quinte”, presenta in Salento la “Via Crucis” del pianista ungherese proprio nel periodo pasquale, attendendosi un grande successo di pubblico.

Di Listz si ricorda la celebre raccolta di brani pianistici intitolata “Armonie poetiche e religiose”, e sono numerosissime le sue composizioni ricche di suggestioni religiose: questo aspetto della sua personalità, nonché della sua produzione artistica,lo rende una figura unica nel panorama dei pianisti.
Il 5 aprile 2012 nel sontuoso Teatro del Comune di Novoli (Le) sarà messa in scena la “Via Crucis” di Franz Liszt per soli Coro, Voce recitante e Pianoforte.
La figura di Franz Liszt viene spesso, a torto, associata a quella del grande virtuoso, protagonista degli eventi mondani della sua epoca trascurando invece la sua opera come intellettuale e divulgatore dell’arte religiosa.
La morte del giovanissimo figlio, riaccese in Liszt quelle tendenze religiose che già una volta, durante una crisi negli anni giovanili, lo avevano portato ad un passo dalla decisione di vestire l’abito talare. Infatti non tutti sanno che si rifugiò a Roma dove ricevette gli ordini minori. Da questo momento il filone delle sue composizioni corali e sinfonico di ispirazione religiosa, si aggiunse al già ricco catalogo di composizioni pianistiche e sinfoniche, come si potrà apprezzare a Novoli.

Coloro che in Salento assisteranno a questo suggestivo concerto, al costo di euro 7,50 e che contribuirà al finanziamento del progetto di Educazione Permanente, verranno eruditi anche sulle altre composizioni a sfondo religioso del pianista, come “Messa di Gran” (1855), “Die Legende der heiligen Elisabeth”,“Christus”. Questi insieme alla “Hungarische Kronungsmesse” (messa ungherese dell’incoronazione), eseguita a Budapest durante la cerimonia d’incoronazione di Francesco Giuseppe come re d’Ungheria nel 1867, sono i titoli più monumentali d’un’ abbondantissima produzione di opere liturgiche ed extraliturgiche, per lo più corali, con un sobrio accompagnamento strumentale o con solo organo, che si sviluppa fino agli ultimi anni della vita del compositore.

Liszt compose la sua “Via Crucis” fra il 1878 e il 1879 a Roma, completandola a Budapest. Per questo lavoro scritto per il coro, soli e organo oppure pianoforte, Liszt scrisse la seguente introduzione in francese: “La devozione delle stazioni della croce, chiamata Via Crucis, è diventata, in seguito alle affermazioni  e ai numerosi consensi dei Pontefici, un servizio per le anime dei defunti”.
In un allestimento teatrale moderno curato dal Maestro Giorgio Primiceri che richiama l’antica forma della Sacra Rappresentazione, verrà eseguito questo splendido capolavoro della “Via Crucis”: a Novoli conviveranno e si alterneranno la variopinta ricchezza del nuovo linguaggio sinfonico e l’arcaicizzante “purezza” della restaurata polifonia vocale.

Per info:
Teatro Comunale
Piazza Regina Margherita, 2
NOVOLI (Le)
Costo biglietto: euro 7,50

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *