VII edizione del Presepe Vivente, a Casamassina

VII edizione del Presepe Vivente, a Casamassina, dal 28-12-2012 al 29-12-2012, ore 18.00-21.00, Casamassima
Ambientazioni suggestive, luci soffuse, profumi di spezie e di stoffe pregiate: Casamassima anche per il 2012 diventa la terra pugliese che ospita il Presepe Vivente. Da alcuni anni, nel festoso periodo natalizio, Casmassima si sta conquistando la fama nazionale come luogo ove ammirare uno dei più bei presepi del sud Italia: l’evento, promosso dall’Oratorio Giovanile “Pier Giorgio Frassati” della Chiesa Matrice e patrocinato dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Bari e dal Comune di Casamassima, per il settimo anno consecutivo porterà in scena la nascita di Gesù.
Tradizioni antiche si uniscono ad iniziative giovani, con il risultato di proporre a visitatori e turisti episodi di vita quotidiana e altri di carattere religioso, di 2000 anni fa.

Il presepe vivente di Casamassima è sicuramente tra i più suggestivi perchè realizzato in un luogo surreale, quasi magico: il centro storico di questa incantevole cittadina. Tutte le scene del Presepe, visitabili attraverso un percorso guidato, sono concentrate nel borgo medievale della vecchia città, immersa nell’incantevole ed unico paesaggio della Puglia.
L’atmosfera autentica del Natale sarà rievocata il 28 e il 29 dicembre 2012 dalle ore 18.00, e un accurato gioco di luci farà sembrare l’intero luogo come un’immagine onirica, proprio come quelle che pervadono le emozionanti notti natalizie dei bambini.

La location trasferita nel borgo antico di Casamassima, che con le sue corti
rappresenta un’ambientazione particolare per l’evento, permetterà agli oltre 200 figuranti in costume, di essere protagonisti di 30 rappresentazioni, alcune delle quali a copione recitate, che si snoderanno per le vie e gli scorci del borgo antico.
La recitazione dei figuranti del Presepe è una delle peculiarità di questa manifestazione, che può contare su colonne sonore e su una imponente voce narrante.
Fiaccole romane guideranno i visitatori tra le grotte ricostruite, e i monumenti, alla scoperta della Natività e degli antichi mestieri di un tempo. Mentre il fabbro realizza utensili, il delizioso odore del pane appena sfornato richiamerà l’attenzione dei visitatori.
Nel 2010 il presepe vivente di Casamassima era stato decretato “Presepe di Puglia 2010” durante il concorso “Andar per presepi” indetto dalla Regione Puglia Assessorato al Mediterraneo e Turismo.

Tra i vicoli, le piazze e le alte torri dei quartieri di Casamassima, con ingresso da Via Aldo Moro, sarà possibile rivivere l’atmosfera di duemila anni fa. Lungo il percorso i visitatori incontrano popolani addetti alla trebbiatura del grano come avveniva nel I secolo d.C., legionari, schiavi, lavandaie, pastori, per poi perdersi in un grande mercato: numerosi attori danno vita ad una rappresentazione che proietterà il visitatore indietro nel tempo, passeggiando tra botteghe, fedelmente ricostruite, di artigiani, fornai, fabbri e carbonari.

Casamassima ancora una volta sorprenderà i visitatori e ituristi con uno dei Presepi viventi più particolari e ben realizzati della Puglia, perchè i figuranti racconteranno la storia miracolosa fra gli scorci di vita quotidiana, illuminati dalla flebile luce delle fiaccole che suscita emozioni del passato che ritorna. Emozionati e realistiche le scene rievocatrici del dominio della Roma Imperiale: il Censimento, l’accampamento dei soldati Romani, le terme, le prigioni, l’imponente Palazzo del re Erode ed il suggestivo lebbrosario. Affiancherà l’evento, per la terza volta, il concorso fotografico nazionale a partecipazione gratuita: una giuria di esperti sceglierà, tra le fotografie riguardanti scene e particolari del presepe vivente, la vincitrice che diventerà oggetto della campagna promozionale dell’evento per il prossimo anno.

Chi dunque si trovasse in questo speciale periodo a visitare Casamassima, rimarrà piacevolmente sorpreso nello scoprire come la tradizione presepiale sia ancora forte e radicata in questo luogo, offrendo atmosfere magiche e d’altri tempi; e alla fine del percorso degustazione di prodotti tipici locali tradizionali natalizi come pettole, frittelle, taralli, dolci e vino primitivo autoctono verranno offerti a tutti.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *