Volti. Ritratti ideali reali nella pittura di Michele de Napoli

 Terlizzi da sempre ha mostrato di occuparsi di arte e da sempre è stata esaltata la vocazione internazionale di questa bellissima città, facendola diventare ogni anno un luogo aperto ad ogni forma d’arte.
La Pinacoteca “Michele de Napoli”, ospiterà 20 opere del famoso artista Michele De Napoli, mai esposte prima in cui si vedrà la bellezza come fine a cui tendere caratteristica propria personale della sensibilità di questo artista.
La mostra ha lo scopo di approfondire alcuni aspetti della produzione dell’artista attraverso dipinti e disegni relativi al tema del ritratto. De Napoli è stato un grande ammiratore, e un profondo conoscitore dei volti umani. Le sue opere migliori sono un continuo proporsi e riproporsi il suo soggetto preferito, sempre più esaltandolo attraverso il tema del volto, non solo perché questo tema permette di rappresentare un soggetto nella sua ointerezza, ma anche perché i colori della pelle del volto hanno il massimo di luminosità e il rosato delle carni assume il massimo di chiarità.
La pelle dei volti del De Napoli è veramente molto trasparente; morbidissimo è in realtà tutto, perché il colore ha sempre un’estrema leggerezza.

La tipologia di volti rappresentati dal De Napoli è costituita in parte da immagini idealizzate, che si ripetono senza notevoli modifiche. Ma la parte della sua opera considerata più straordinaria riguarda ritratti veri e propri, riferiti soprattutto a personaggi di ambito religioso.

Fin dal 9 dicembre scorso la mostra ha avuto un grande successo di pubblico, richiamando numerose persone.
La pinacoteca ospita anche la permanente dal titolo “Michele de Napoli”, nasce infatti dal lascito testamentario con cui l’artista, nel 1892, volle donare al Comune di Terlizzi la ricca collezione delle sue opere d’arte. Nella permanente si potranno ammirare alcuni tratti ricorrenti dell’artista, i volti ideali che spaziano tra il vero e il tipizzato, tra immagine reale e immagine ideale.
E’ anche quesata caratteristica che dà il nome alla mostra che sarà aperta al pubblico fino al 3 marzo del 2012.


È questo uno degli aspetti dell’artista di Terlizzi, che fa della realtà dell’ambiente una realtà  filtrata e profondamente trasformata da un astratto rigore di stampo decisamente personale. Fantasia  e realtà di un’atmosfera quasi magica, si associano in queste venti opere in una versione rinnovata.

Michele De Napoli è un pittore terlizzese nato nel lontano 1808. Da sempre si è mostrato un artista poliedrico che nei suoi ritratti riesce a mettere in risalto la carica espressiva, l’introspezione psicologica e la spiritualità dei soggetti grazie anche ad un accurato ed abile gioco di luci e ombre.
Studiò nell’Istituto di Belle Arti di Napoli, sotto la guida di Costanzo Angelini.  Da sempre ha lavorato come libero artista, dipingendo ad olio, a tempera, a fresco, a pastello e all’acquerello.

L’esposizione è curata da Annalisa Bindo e Daniela Confetti.

Per orari e info:
Pinacoteca “Michele de Napoli”
Corso Dante Alighieri 9
Terlizzi (BA)

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *