X raduno Internazionale dei Cortei Storici Medievali a Gravina di Puglia

Il Raduno Internazionale dei Cortei Storici Medievali, che si tiene a Gravina di Puglia, e nel 2012 è giunto ormai alla sua X edizione,  e nasce con l’intento di promuovere la conoscenza di quella parte di storia che va dal 1200 al 1400, periodo in cui Gravina era considerata tra i centri più importanti e strategici, famosi non solo per la famiglia che vi regnava, ma anche per i mastri spadai che forgiavano spade per signori e i condottieri. Queste armi erano di qualità eccellente per la indubbia abilità dei maestri spadai.
Le Corti di Re Carlo II d’Angiò e la corte gravinese del Conte Giovanni di Montfort verranno rappresentate nell’anno 1289, quando il Re Carlo II d’Angiò, detto lo zoppo, donò il feudo di Gravina al conte Giovanni di Montfort dei Duchi di Borgogna. La donazione avvenne attraverso una lettera, datata 15 agosto 1289, inviata dal Re al Gran Cancelliere.

In epoca moderna la Festa è stata ripresa sulla base di una attenta lettura delle numerose fonti storiche, medievali e rinascimentali, che riguardano la città di Gravina. Oggi pertanto, unendo tradizione, religiosità e storia, la Festa costituisce un esempio di come le città medievali organizzavano la loro vita.
Cortei, spettacoli, giochi, musiche antiche, faranno da contorno alla manifestazione nota come “cerimoniale” Nundinae che ricorda, appunto, la donazione del feudo di Gravina, facendo rivivere i vicoli, i palazzi, le piazze, di colori ed atmosfere che riportano indietro nel tempo, in un’epoca ormai lontana. Una lunga processione di figuranti, percorrerà via Matteotti, P.zza Scacchi, via Vittorio Emanuele, P.zza Pellicciari, via Marconi e Piazza Plebiscito.
La vivacità nel centro storico è accompagnata dai profumi e dagli aromi delle Taverne che la città di Gravina aprirà al pubblico per l’occasione. Si tratta di locali di particolare pregio storico-architettonico in cui l’attività è condotta dai gravinesi con opera di volontariato, vecchie abitudini casalinghe e prodotti tipici pugliesi selezionati. In questi luoghi, dove si esprime l’antagonismo gastronomico, i turisti possono riscoprire l’esaltazione di antichi sapori, per alcuni del tutto dimenticati.

L’evento nel 2012 vede la partecipazione di tantissimi gruppi di rievocazione storica con varie ambientazioni sceniche come il mercato medievale, gli accampamenti, le gaite medievali. Per tre giorni, nelle piazze e le vie del borgo antico, la città vivrà la tipica atmosfera medievale tra sovrani e dignitari di corte, cavalieri e armigeri, sbandieratori e popolo festante, falconieri e fanti, musici e cantastorie con centinaia di figuranti in costume.
Il viaggio nel mondo medievale inizierà il 17 settembre 2012, con il bando del gran Cerimoniere, e proseguirà il 18 con gli spettacoli itineranti nelle piazze del centro storico e si protrarrà fino al 19, serata conclusiva in Piazza Pellicciari.

Il 17 settembre, alle ore 20.00, è prevista, in P.zza Plebiscito, la proiezione del video delle edizioni  precedenti del Raduno Internazionale dei Cortei Storici Medievali in cui si potranno ammirare dal grande schermo allestito, i giochi popolari e le contese di origine medievale, pur se realizzati con materiali estremamente semplici e poveri, che regaleranno momenti di grande goliardia e di aggregazione sociale.

Il 18 settembre, in abiti d’epoca  Giovanni Conte di Montfort e Margherita di Belmonte con un seguito di cortigiani, percorreranno via Matteotti, via Marconi e Piazza Pellicciari per raggiungere la Chiesa di Sant’Agostino per la Santa Messa Inaugurale.
Via della Libertà sarà allestita da musici e cantastorie, con esibizioni di rapaci e serpenti; in Piazza Buozzi vi sarà lo spettacolo degli arcieri, mentre Piazza Plebiscito metterà in scena il campo d’armi.

Esibizioni itineranti di sbandieratori, musici medievali e artisti di strada saranno in scena il 19 settembre, e  faranno in modo che questa rievocazione storica medievale  esalti ancor di più i giochi e gli spettacoli in piazza, il mercato medievale di arti e mestieri, i cortei storici, gli spettacoli itinerati, uniti ai profumi della cucina locale. Il gran finale renderà i vicoli e le piazze del centro storico di Gravina, luoghi suggestivi in cui anche il turista non resta semplice spettatore ma diviene protagonista della Festa.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *