XIII edizione di Gusto Dopa al Sole, festival della musica

Gusto Dopa al Sole, è un  festival italiano di urban music, che comprende tutte le forme musicali di derivazione afro-americana.
Dalle radici underground dell’hip hop e del reggae italiano, fino alle moderne esperienze pop , il Gusto Dopa al Sole 2012 ricorderà quella musica nata dall’incontro tra la musica africana e gli idiomi e le strutture di quella occidentale. La nuova forma, che comprendeva canti di lavoro, richiami, hollers, grida di campo e di strada, canti in rima e spiritual, offriva agli schiavi un mezzo per scandire i gesti del lavoro, una forma di preghiera, un modo per comunicare tra loro.

Sin dal 1994, Gusto Dopa Al Sole rappresenta uno straordinario laboratorio di linguaggi e forme artistiche di ispirazione black e urbana: attraverso un fitto programma di concerti, contest e sound system: Gusto Dopa è un’immersione totale nella cultura musicale di strada.  Gli anni Sessanta portarono una fusione tra musica latina e soul e il riconoscimento dell’importanza della salsa cubana-portoricana; ma la musica dei neri americani ha a sua volta esercitato il suo influsso nei Caraibi, in America latina e in Africa, dando vita al reggae giamaicano, allo ska, al rocksteady e all’highlife africano. Tutto questo e molto altro, al costo di soli 15 euro giornalieri, verrà presentato al festival Gusto Dopa al Sole, che si svolgerà dall’11 al 14 agosto, fra le antiche e suggestive mura della Masseria Torcito, nella campagna di Cannole (LE), dove sono nate numerose esperienze di musica di strada e animazione musicale. Musicisti provenienti dagli stili e dai generi più diversi si esibiranno qui: musica ska, industriale, jazz, etno folk e musica di strada.

Le varie serate verranno presentate da Esa e Irene Lamedica, e l’11 agosto, è attesissima l’esibizione di Caparezza, seguitissimo artista molfettese : ai cui concerti si canta, si balla, si battono le mani, mentre tra la folla ai fan sfegatati e ai più giovani si mescolano famiglie, e tutti non potranno fare a meno di lasciarsi trasportare dall’energia e dal ritmo delle canzoni.
Seguiranno i Mama Marjas la cui ricerca espressiva si è orientata verso l’animazione musicale proposta attraverso un percorso originale: composizione di brani propri e rivisitazioni di standard attraverso il sound caratteristico della musica di strada.
Si esibiranno anche i Combass e il gruppo dei B.U.M. il cui repertorio spazia dalla tradizione popolare, al jazz, allo ska, ai ritmi caraibici, al pop-rock. Nell’animazione musicale di questi gruppi, convivono due tendenze: la rielaborazione di mostri sacri e la proposta di musiche coinvolgenti e di facile ascolto.

Il 12 Agosto, a partire dalle ore 21,00, si esibirà Nina Zilli col suo jazz: il festival ricorderà che è dopo la guerra civile che proliferarono i canti in rima e le ballate, e il blues cominciò ad assumere la sua forma moderna. Fu allora che presero ad affermarsi i black minstrel shows, le orchestre di strumenti a corda e gli honky-tonk pianos, ed emersero gradatamente generi come il cakewalk e il ragtime. Negli anni Dieci i vari indirizzi musicali dei neri americani si amalgamarono dando vita a una nuova musica americana, il jazz, che Nina Zilli proporrà.
I Macro Macro si esibiranno col loro rhythm and blues, figlio del blues rurale e della musica dei complessi neri di swing, accompagnati come sempre da sezioni ritmiche e di appoggio.

Il 13 Agosto i Sud Sound System, col loro dialetto salentino espresso in brani come ”Fuecu” e ”T’a sciuta bona” farà salire alle stelle gli entusiasmi.
I Salmo combineranno come sempre le sonorità rithm and blues con tecniche, effetti e modi di esecuzione del gospel.
Rankin Lele e Papa Leu con la loro musica reggae e dancehall, e anche loro originari  del Salento, regaleranno momenti di vero spettacolo.

In particolare il 14 agosto ci sarà l’appuntamento più atteso con  Alboroise e Shengen Clan che proporranno brani famosissimi quali “Herbalist” and “Kingston Town”, pubblicati nel 2008 e che andarono molto bene in Jamaica ma anche oltreoceano.
Seguiranno Giuliano Palma & Bluebeaters: il nome della band è Casino Royale, e uno dei due cantanti è appunto Giuliano Palma, la voce melodica del gruppo, che dopo quasi vent’anni di carriera ha raggiunto l’apice del successo.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *