XIII edizione di Gusto Dopa al Sole, festival della musica

Gusto Dopa al Sole, è un  festival italiano di urban music, che comprende tutte le forme musicali di derivazione afro-americana.
Dalle radici underground dell’hip hop e del reggae italiano, fino alle moderne esperienze pop , il Gusto Dopa al Sole 2012 ricorderà quella musica nata dall’incontro tra la musica africana e gli idiomi e le strutture di quella occidentale. La nuova forma, che comprendeva canti di lavoro, richiami, hollers, grida di campo e di strada, canti in rima e spiritual, offriva agli schiavi un mezzo per scandire i gesti del lavoro, una forma di preghiera, un modo per comunicare tra loro.

Sin dal 1994, Gusto Dopa Al Sole rappresenta uno straordinario laboratorio di linguaggi e forme artistiche di ispirazione black e urbana: attraverso un fitto programma di concerti, contest e sound system: Gusto Dopa è un’immersione totale nella cultura musicale di strada.  Gli anni Sessanta portarono una fusione tra musica latina e soul e il riconoscimento dell’importanza della salsa cubana-portoricana; ma la musica dei neri americani ha a sua volta esercitato il suo influsso nei Caraibi, in America latina e in Africa, dando vita al reggae giamaicano, allo ska, al rocksteady e all’highlife africano. Tutto questo e molto altro, al costo di soli 15 euro giornalieri, verrà presentato al festival Gusto Dopa al Sole, che si svolgerà dall’11 al 14 agosto, fra le antiche e suggestive mura della Masseria Torcito, nella campagna di Cannole (LE), dove sono nate numerose esperienze di musica di strada e animazione musicale. Musicisti provenienti dagli stili e dai generi più diversi si esibiranno qui: musica ska, industriale, jazz, etno folk e musica di strada.

Le varie serate verranno presentate da Esa e Irene Lamedica, e l’11 agosto, è attesissima l’esibizione di Caparezza, seguitissimo artista molfettese : ai cui concerti si canta, si balla, si battono le mani, mentre tra la folla ai fan sfegatati e ai più giovani si mescolano famiglie, e tutti non potranno fare a meno di lasciarsi trasportare dall’energia e dal ritmo delle canzoni.
Seguiranno i Mama Marjas la cui ricerca espressiva si è orientata verso l’animazione musicale proposta attraverso un percorso originale: composizione di brani propri e rivisitazioni di standard attraverso il sound caratteristico della musica di strada.
Si esibiranno anche i Combass e il gruppo dei B.U.M. il cui repertorio spazia dalla tradizione popolare, al jazz, allo ska, ai ritmi caraibici, al pop-rock. Nell’animazione musicale di questi gruppi, convivono due tendenze: la rielaborazione di mostri sacri e la proposta di musiche coinvolgenti e di facile ascolto.

Il 12 Agosto, a partire dalle ore 21,00, si esibirà Nina Zilli col suo jazz: il festival ricorderà che è dopo la guerra civile che proliferarono i canti in rima e le ballate, e il blues cominciò ad assumere la sua forma moderna. Fu allora che presero ad affermarsi i black minstrel shows, le orchestre di strumenti a corda e gli honky-tonk pianos, ed emersero gradatamente generi come il cakewalk e il ragtime. Negli anni Dieci i vari indirizzi musicali dei neri americani si amalgamarono dando vita a una nuova musica americana, il jazz, che Nina Zilli proporrà.
I Macro Macro si esibiranno col loro rhythm and blues, figlio del blues rurale e della musica dei complessi neri di swing, accompagnati come sempre da sezioni ritmiche e di appoggio.

Il 13 Agosto i Sud Sound System, col loro dialetto salentino espresso in brani come ”Fuecu” e ”T’a sciuta bona” farà salire alle stelle gli entusiasmi.
I Salmo combineranno come sempre le sonorità rithm and blues con tecniche, effetti e modi di esecuzione del gospel.
Rankin Lele e Papa Leu con la loro musica reggae e dancehall, e anche loro originari  del Salento, regaleranno momenti di vero spettacolo.

In particolare il 14 agosto ci sarà l’appuntamento più atteso con  Alboroise e Shengen Clan che proporranno brani famosissimi quali “Herbalist” and “Kingston Town”, pubblicati nel 2008 e che andarono molto bene in Jamaica ma anche oltreoceano.
Seguiranno Giuliano Palma & Bluebeaters: il nome della band è Casino Royale, e uno dei due cantanti è appunto Giuliano Palma, la voce melodica del gruppo, che dopo quasi vent’anni di carriera ha raggiunto l’apice del successo.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info {IMU_468_60}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *