XIV edizione della Befana in Piazza a Porto Cesareo

XIV edizione della Befana in Piazza a Porto Cesareo, 6-1-2013, Porto Cesareo

Il 6 gennaio è da sempre l’ultimo giorno delle vacanze invernali, in cui si ripongono gli addobbi natalizi. Prima di tornare al normale trantran quotidiano, ci si può concedere un ultimo giorno di festa, a Porto Cesareo, dove si terrà la XIV edizione della “Befana in Piazza”. Ogni hanno vengono organizzati molti eventi per festeggiare l’arrivo della Befana in Salento e tra gli appuntamenti più tradizionali c’è sicuramente quello di Mercatini di Natale: a Porto Cesareo, nel mercatino la Befana non mancherà per regalare caramelle e dolcetti ai bambini.
E mentre si passa il tempo a curiosare tra le bancarelle ricche di specialità gastronomiche e dolci, si potrà gustare la magia delle luci colorate e dei giocattoli.

Porto Cesareo per l’occasione sarà animato da artisti di strada, giocolieri e saltimbanchi. Vari gli spettacoli, tra teatro di strada, esibizioni itineranti, acrobati, mangiafuoco, magia, giocoleria, clown e bolle di sapone giganti. Spettacoli per grandi e piccini, che si svolgeranno nel centro storico di Porto Cesareo e che saranno accompagnati da un ricco carnet di eventi collaterali.
S’inizierà il 6 gennaio 2013 mattina, con l’apertura dei mercatini, il banco di beneficenza, bancarelle di dolciumi che proporranno piatti rigorosamente della cucina tipica salentina e grigliate di carne. Si potranno anche assaggiare le orecchiette alle cime di rapa e le pettole pugliesi.
Il pomeriggio proseguirà poi con musica, esibizioni e tanta allegria.
Nel corso della manifestazione una simpatica Befana provvederà a distribuire i doni ai bambini.

Il significato della festa della Epifania che coincide con la discesa dei Re Magi che portano i doni a Gesù bambino, corrisponde alla presentazione del Nascituro ai popoli e alle Autorità della terra. A Porto Cesareo il Comitato “Festa della Befana in piazza” organizza in Piazza Risorgimento la manifestazione dedicata all’Epifania, seguendo un’antica leggenda.
La leggenda infatti narra che un giorno i Re Magi partirono carichi di doni, oro, incenso e mirra per Gesù Bambino. L’oro perché era il dono che veniva riservato ai sovrani; l’incenso perché era bruciato solo in onore delle divinità; la mirra che in antichità veniva utilizzata durante le cerimonie funebri e che sarebbe divenuta il simbolo della futura resurrezione di Cristo, il Re che trionfò sulla morte. I Magi attraversarono molti paesi guidati da una stella, e in ogni luogo in cui passavano, gli abitanti accorrevano per conoscerli e unirsi a loro. Ci fu solamente una vecchietta che in un primo tempo voleva andare, ma all’ultimo minuto cambiò idea, rifiutandosi di seguirli. Il giorno dopo, pentita, cercò di raggiungere i Re Magi, che però erano già troppo lontani.Per questo la vecchina non vide Gesù Bambino, né quella volta né mai.
Da allora ella, nella notte fra il cinque e il sei Gennaio, volando su una scopa con un sacco sulle spalle, passa per le case a portare ai bambini buoni i doni che non ha dato a Gesù.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info
{IMU_468_60}

I commenti sono chiusi.