XIV Settimana della Cultura in Puglia

Il patrimonio archeologico della Puglia costituisce una indiscussa risorsa culturale, e rappresenta uno dei principali elementi di identificazione della regione. Esso è in grado di creare un’offerta qualificata che, basata sulla rete dei musei e dei siti archeologici, permetta di far conoscere ed apprezzare le diverse realtà locali.
“La cultura è di tutti: partecipa anche tu” è il tema conduttore che viene ripetuto ormai da qualche anno per sottolineare l’universalità del patrimonio pugliese: il Ministero per i Beni e le Attività Culturali anche per il 2012 apre gratuitamente i luoghi statali dell’arte dedicando a tutti la possibilità di fruire dell’immenso patrimonio storico-artistico della Puglia.

Dal 14 al 22 aprile la XIV edizione della Settimana della Cultura intende promuovere l’arte e lo spettacolo attraverso numerose iniziative culturali quali mostre, convegni, laboratori, visite guidate, concerti, spettacoli, proiezioni cinematografiche. Una grande iniziativa diffusa sul territorio, in cui tutti i luoghi d’arte come monumenti, musei, aree archeologiche, archivi, biblioteca, saranno aperti gratuitamente.
Anche per gli studenti pugliesi si tratta di un evento da non perdere: un’occasione eccezionale per conoscere, comunicare e vivere i luoghi della cultura della propria città e per sviluppare le competenze specifiche imparate nelle aule scolastiche

Lo scopo è favorire una maggiore conoscenza, abituare i cittadini a frequentare assiduamente i luoghi d’arte, proporre un’autentica crescita civile, sociale e culturale della regione. Si vuole in pratica rendere più facile l’incontro dei cittadini pugliesi con l’immenso patrimonio culturale di questa splendida regione, invitando tutti ad essere consapevoli di ciò che può essere conosciuto ogni giorno ma che, a causa della mancanza di tempo o dell’indifferenza, viene troppo spesso trascurato.


Per la Puglia, numerosi sono gli eventi in programma, dalla presentazione di nuovi allestimenti museali, al prolungamento dei consueti orari di apertura delle sedi espositive, dalla visita alle dimore storiche di proprietà privata, alla realizzazione di laboratori didattici finalizzati all’educazione al patrimonio.

Tra gli eventi in calendario, da non perdere assolutamente sarà l’apertura al pubblico della prima Galleria Nazionale della Puglia a Bitonto, nel Cinquecentesco Palazzo Sylos Calò, risultato di una cospicua donazione da parte di Girolamo e Rosaria Devanna. La raccolta comprende importanti dipinti e disegni databili tra il XVI e il XX secolo.
A Trani saranno aperti al pubblico il Museo diocesano e la Sinagoga Museo Sant’Anna; a Barletta  l’ Antiquarium di Canne e la Casa-museo Cafiero. A Bari, tra gli altri, vedranno aperture straordinarie  il Museo archeologico provinciale, la Pinacoteca provinciale, il Museo della Gipsoteca di Bari, il Museo della Cattedrale di Bari, il Museo Etnografico Africa-Mozambico.
Altri musei sparsi per la splendida Puglia, e che aderiscono all’encomiabile inziativa, saranno il Museo dei Reperti della Civiltà Contadina di Alberobello,  il Museo Archeologico Statale di Altamura,  il Museo Civico Archeologico di Bisceglie,  il Museo Civico di Conversano, il Museo Archeologico Nazionale di Egnazia a Fasano, il  Museo Oceanografico dell’Istituto Talassografico di Taranto.
In Salento, parteciperanno con entusiasmo all’iniziativa  il Museo Provinciale “S. Castromediano”, il Museo Missionario Cinese e di Storia Naturale, il Museo Provinciale delle Tradizioni Popolari “Abbazia di Cerrate”, la Pinacoteca d’Arte Francescana, il Museo Emanuele Barba di Gallipoli.

Numerosi anche i castelli pugliesi che saranno aperti al pubblico, quali il Castello Di Acaya, il Castello Di Barletta, il Castello Di Conversano, il castello Di Lucera, il castello Di Manfredonia, il Castello Di Monte S. Angelo, il castello Di Trani, il Castello Di Copertino, Castel Fiorentino.
All’insegna della cultura, non si potrà mancare di visitare i maggiori parchi Nazionali pugliesi, come quello del Gargano e quello dell’Alta Murgia, nonchè i bellissimi Parchi Regionali di Lama Balice e le Riserve Naturali Statali di Falascone e della Foresta Umbra.

Il fatto che la Settimana della Cultura in Puglia registri ogni anno un incremento del numero e della varietà di eventi proposti, nonché della partecipazione di pubblico, dimostra che in questa affascinante regione, anche in una situazione di crisi economica, è vivo un interesse forte e reale per l’arte e la cultura.
In un momento in cui sono molte le forme di facile intrattenimento e d’assoluta inconsistenza culturale, l’apertura gratuita dei luoghi dell’arte e dello spettacolo rappresenta un’efficace risposta alle aspettative dei cittadini, anche per quanto concerne l’aspetto economico.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *