XV edizione della Sagra delle Castagne a Ruvo di Puglia

L’autunno è la stagione delle castagne. I modi di dire legati al frutto del castagno sono molteplici come i famosissimi “togliere le castagne dal fuoco” e “prendere qualcuno in castagna”, ma a Ruvo di Puglia ci sono anche altri detti:  “è come la castagna”, si dice di una cosa o persona che superficialmente sembra piena di virtù, ma all’interno è guasta: il modo di dire è estratto dal proverbio “esser come la castagna, che fuori è bella e dentro ha la magagna”.
Un tempo si diceva che un giocatore di calcio “aveva la castagna” quando era dotato di un tiro potente e preciso; ha invece “la castagna in bocca” colui che pronuncia male le parole o si fa capire a stento, come se parlasse con una castagna bollente in bocca.

Quella che si tiene a Ruvo, viene chiamata la Sagra delle Castagne, o più propriamente “Castagne in Allegria”: si tratta di elogiare questi frutti autunnali, le castagne, onorandole in innumerevoli preparazioni che verranno offerte agli ospiti della sagra, perchè le castagne sono un prodotto versatile che presta a tante preparazioni che vanno dall’antipasto al dolce.
Dal 1997, anno dopo anno, numerose e sempre più ricche sono le preparazioni a base di castagne presentate sugli stand allestiti a Ruvo: la Sagra, proprio per la aumentata e continua varietà di portate, ha avuto un’eco sempre maggiore.
Si tiene nel mese di ottobre, e nel 2012 è giunta alla sua XV edizione; a curare i particolari della Sagra è il comitato stesso che organizza i festeggiamenti in onore di Maria Santissima del Rosario di Pompei, venerata nella Parrocchia di San Domenico. 

In particolare la Sagra delle Castagne di Ruvo di Puglia è molto ricca perché, accanto alla possibilità di degustare le caldarroste in piazza, e i prodotti tipici realizzati con le castagne, come dolci, marmellate e salse, il calendario prevede anche musiche e balli tipici della terra pugliese.
Inoltre si terrà sin dal mattino il “Mercatino dell’Usato” in Piazza Bovio.
Le numerose aziende agricole disseminate nelle campagne ruvesi, si sono dimostrate pioniere nel promuovere la crescita del rapporto città-campagna e la salvaguardia dell’ “habitat”. Il loro territorio, ricadente talvolta nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, si estende ad una altitudine media di 450 m sul livello del mare, in un paesaggio carsico di notevole interesse ambientale sul quale si possono leggere i segni della presenza dell’uomo nel corso dei millenni. E’ il territorio perfetto per la coltivazione del castagno.

Famosi sono gli antipasti ruvesi che verranno offerti agli stand gastronomici appositamente allestiti, come i Crostoni di lardo e cioccolato in cui sopra ogni fetta di pane verranno adagiate due fette di lardo, una castagna bollita e in mezzo ci si farà colare mezzo cucchiaino di cioccolato fuso. Verranno offerte anche Terrine di petto di anitra, e fegatini di pollo e castagne.
Non mancheranno gustosi primi piatti, tra cui Tagliatelle alla farina di castagne e ricotta, Tagliatelle alle castagne, Risotto alle castagne, Ballottine di cavoli farcite con castagne, Fagottini di verza e castagne con peperonata.
Per i palati più esigenti, numerose saranno le portate a base di carne e castagne: Fagiano in casseruola con castagne, Lonza di maiale al latte con castagne, accompagnati da Cavolini di Bruxelles con castagne, oppure Purè di cavolini di Bruxelles con castagne e pancetta.
Molto gettonati ogni anno sono i dolci di castagne, e così si potranno gustare Castagne sciroppate, la famosa Marmellata di castagne di Ruvo, il castagnaccio ruvese, le Crepes alla marmellata di castagne, la Crostata di farina di castagne.
Le castagne si accompagneranno al vino messo a disposizione dalle cantine della città di Ruvo.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *