XXXIV Festa de lu focu in Salento, a Zollino la venerazione del fuoco

28-12-2013 #salento #feste #zollino

Nei tempi antichi l’uomo venerava il sole, e tutto ciò che vedeva era utile e doveva essere rispettato, protetto e conservato. L’interpretazione che questo era la conseguenza della sua ignoranza e della sua paura, è falsa perché anche oggi alle soglie del Terzo Millennio sono diffuse le pratiche di quella magica atmosfera che si crea riproducendo un sole artificiale nel bel mezzo di una cittadina in Salento.
Questo accade a Zollino ogni anno, e nel 2013 la suggestiva e antica interpretazione ha raggiunto la sua XXXIV edizione: accendendo un grande falò nella piazza centrale della cittadina, si celebra l’inizio del ciclo annuale, come una sfida alla brutta stagione.
La riproduzione, nella fredda notte invernale, di un “sole artificiale”, elemento ancestrale e tuttora emblematico, ricorda i tempi in cui l’Uomo era parte della Natura e imparava a vivere con essa senza danneggiarla. Fortunatamente è crescente nel mondo la consapevolezza di questa necessità e il 28 dicembre 2013 si assisterà ancora una volta all’accensione della focara con la quale si vuole esorcizzare la cattiva stagione, creando una sorta di sole finto.

Festa de lu focu 2013

Una buona stagione successiva, porterà a dei buoni raccolti e poiché la cosa più importante per l’essere umano è il cibo, l’obiettivo ultimo de la Festa de lu Focu, è mimare una bella stagione soleggiata, per far rinascere le tecnologie agricole tradizionali in queste zone, perché esse sono oggi diventate questioni decisive e cruciali a causa dell’introduzione di tecniche spesso devastanti nel cibo e nell’agricoltura.
Le tecnologie tradizionali nella gestione dei semi, dell’acqua piovana, della concimazione, dei parassiti, dell’energia e degli animali, grazie alla benevolenza di una stagione col sole, portano anno dopo anno la città di Zollino ad eccellere nel campo dell’agricoltura. In occasione della Festa de lu Focu di Zollino si potranno infatti gustare i prodotti tipici della cucina di Zollino, come ad esempio legumi cucinati alla “pignata”, i cibi tipici dove primeggia la famosa sceblasti, friselle, pasta fatta a mano.

Anche quest’anno ad aprire la focara di Zollino saranno band musicali e artisti di strada che, intorno alle ore 20, animeranno l’accensione della “focara” in una festa unica nel suo genere, costruita apposta per tornare ad apprezzare la Natura e il Sole rispettandoli ed onorandoli.

Programma 2013:

ore 20.00:
Accensione del falò in Largo Lumardo (adesione al marchio “Ecofesta Puglia”, per la prima volta).
Possibilità di ammirare le opere in metallo traforato dell’artista Giuseppe Castellano.

ore 21.30:
Spettacolo musicale a cura di Antonio Castrignanò,  con la sua musica popolare salentina ormai conosciuta in tutto il mondo, che sprizza energia con canti storici del suo repertorio e alcune anticipazioni in attesa del prossimo e attesissimo disco.
A seguire, lo spettacolo dal vivo continua con il duo dj/producer Insintesi accompagnato dalla voce di Alessia Tondo.

Start: ore 20.00
Ingresso libero
Info: 380/4252696

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *