Beccaccia

BECCACCIA
Il proverbio:quando cade la castagna, la beccaccia va in montagna.
In autunno, tempo di castagne,le beccacce tendono a salire da piano alla montagna. Proverbio che ha valore soprattutto per il meridione e probabilmente deriva dal calabrese:quannu cade ‘i castagni, ‘i beccacci alli muntàgni.


BECCACCIA SUL CROSTONE
Ingredienti per 4 persone:beccacce n°2 (già frollate e spiumate)- fette di pancetta n°4- fette di pane casereccio rafferme n°4 – olio di oliva  g 50- vino rosso g 50- brodo vegetale g 100- sale e pepe nero.
Procedimento: incidere l’addome e con delicatezza asportare il ventriglio, il fiele e le altre interiore. Fiammeggiare le beccacce, sistemare la testa della beccaccia contro la pancia infilando la punta del becco nella cavità addominale, quindi avvolgerle con la pancetta e legare con uno spago molto sottile. Sistemare le beccacce in una casseruola con un fondo di olio di oliva , rosolarle, bagnarle con il vino , salare , pepare e cuocerle aggiungendo il brodo vegetale. A fine cottura addensare il liquido di cottura  e dopo aver tagliato a metà le beccacce e sistemate sulle fette di pane fatte rosolare in olio, nappare con la salsa e servire.

Ricetta dello Chef Gabriele Ferro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *