Ecoturismo in Puglia

In quest’epoca difficile, in cui il futuro che si prospetta davanti non è sicuramente roseo, anche un momento spensierato come la vacanza, il momento di svago e relax che ci concediamo per interrompere per un periodo più o meno breve le nostre consuete attività lavorative, diventa un occasione di ripensamento e riflessione su ambiente e salute, ecologismo e rispetto della natura e del pianeta, che fatica così tanto a tenere testa alla sfrenata corsa dell’uomo nell’utilizzo, e sovente spreco, delle sue generose risorse.

E’ perciò che sempre più spesso sentiamo parlare di un turismo consapevole e rispettoso, di ecoturismo o turismo sostenibile.

E’ anche una questione di gusto, di ritrovare il piacere di sentirsi più vicini alla natura per sentirne il respiro, per accostarsi ai suoi prodotti generosi e genuini, per godere di luoghi incontaminati o non affollati all’inverosimile. Certo ciò non significa rinunciare alla socialità ed alle relazioni con gli altri, al divertimento, alla danza ed alla festa, ma significa, anche in questo aspetto, andare alla ricerca dei luoghi dove la festa si sposa con la tradizione popolare, dove il ballo diventa collettivo perchè un intero paese vi partecipa in onore di un Santo o per celebrare un evento particolarmente importante e lieto, dove la profusione di cibo e di vino vengono condivisi per fare del momento festivo anche un momento di collettiva partecipazione al piacere del palato e del gusto.

E proprio in Puglia, come del resto avviene in altre regioni questa particolare sensibilità per un turismo ecologico e sensibile sta prendendo piede sempre di più, e fioccano ogni anno in misura maggiore le offerte per trascorrere il vostro periodo di vacanza all’insegna del benessere ed al rispetto dell’ambiente.

A partire dalla profusione e dalla crescita degli agriturismi, sovente realizzati in antiche masserie, se non addirittura in trulli e pajare ristrutturati, che propongono al visitatore una vasta e variata serie di opportunità di pernottamento, buona e genuina cucina con i prodotti locali, lunghe gite in bicicletta per ammirare e godere del suggestivo paesaggio rurale della Puglia, tra uliveti e vigneti, tra gli antichi percorsi della transumanza del bestiame, i “tratturi”, e la splendida macchia mediterranea, dove fioriscono inebriando di profumi l’aria la salvia il rosmarino ed il mirto.

terra-rossa-giovanna

in alternativa alla solita vacanza ubìna gita in bici nell’entroterra

Scegliete un buona base, un agriturismo o un appartamento in affitto nell’entroterra, dove i prezzi calano sensibilmente anche durante l’estate e poi informatevi presso le pro-loco e gli enti provinciali del turismo: sono tante le feste paesane e le sagre, le processioni e gli eventi culturali a cui potete partecipare, ed in cui potrete vivere un’atmosfera di festa e genuinità come di rado avviene là dove invece la vostra presenza è semplicemente considerata in base a quanto siete disposti a spendere ed a consumare.

Alla fine delle vostre vacanze, una volta tornati alle vostre abituali attività, sarete doppiamente soddisfatti, non vi sarà mancato nulla, le belle spiagge della costa salentina, e del golfo di Taranto, le città d’arte come Lecce e gli splendidi borghi medievali come Ostuni ed Otranto, avrete gustato le prelibatezze della cucina locale, il magnifico olio pugliese ed il forte vino primitivo, avrete toccato con mano la rude bellezza degli oliveti e l’impegno che richiedono, ed oltre tutto ciò avrete anche la consapevolezza di aver contribuito con la vostra vacanza ecologica al rispetto di beni umani, paesaggistici e naturali di inestimabile valore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *