Gargano

Il Gargano è l’unica vera e propria area montagnosa presente in Puglia. Geologicamente il territorio è costituito di roccia calcarea, ed anticamente era un isola separata dalla terraferma. In seguito i depositi sedimentari portati dai torrenti hanno contribuito a legare il promontorio garganico alla Puglia.

Peschici GarganoIl promontorio si estende per oltre 70 chilometri all’interno del mare Adriatico, e da origine al Golfo di Manfredonia. Alcune delle colline e delle vette del promontorio garganico sono particolarmente suggestive, a partire dalla vetta più alta, il Monte Calvo che supera i 1000 metri di altezza sul livello del mare. La particolare conformazione del territorio, l’origine carsica delle sue rocce ha provocato nel corso del tempo evidenti erosioni da parte del vento e del mare, ed è per questo motivo che l’area è particolarmente nota e visitata per le sue grotte e caverne, che oltretutto sono state, fin dal periodo neolitico rifugio, riparo ed abitazione delle antichissime popolazioni locali.

Tra queste le più famose sono Paglicci, una grotta in cui sono stati scoperti migliaia di reperti del periodo paleolitico, ed in cui si possono ammirare centinaia di graffiti, impronte e disegni risalenti alla preistoria, e le grotta di Montenero, famosa per essere stata rifugio di popolazioni e briganti nel corso della sua storia, e che purtroppo oggi è chiusa per motivi di sicurezza, ma che è possibile comunque visitare se ci si rivolge al Gruppo Speleologico Montenero.

L’area interna del Gargano presenta la suggestiva area della Foresta Umbra, un estensione boschiva di più di 10.000 ettari, che costituisce circa il 10% del territorio garganico. In epoca medievale la foresta era decisamente più ampia, e copriva quasi il 90% del territorio, ma il successivo intervento dell’uomo ne ha ridotto considerevolmente le dimensioni. Oggi tutta l’area, di altissimo valore sia dal punto di vista biologico che paesaggistico è protetta ed inserita all’interno della Riserva Naturale Foresta Umbra, in molte delle sue parti è vietato l’uso degli automezzi ma ci si può inoltrare a piedi. E’ inoltre interessante perchè ospita una nutrita varietà di esemplari di flora e fauna pregevoli dal punto di vista naturalistico.

Una vacanza in Puglia può prevedere una bella gita, magari prolungata per più giorni nel promontorio del Gargano, che oltre alle sue attrattive naturalistiche offre anche interessanti e piacevoli località balneari, spiagge di morbida sabbia e scogliere da cui tuffarsi, magari con maschera e pinne per ammirare i fondali ricchi di pesci e di fauna marina, ricci, granchi, aragoste e conchiglie. A Punta Grugno si trova la spiaggia di Mattinata, ed altre deliziose spiaggette che però sono raggiungibili solo via mare, più avanti la spiaggia di Mattinella e la famosa Baia delle Zagare, raggiungibile con un ascensore dall’albergo posto in cima alla scogliera o percorrendo un sentiero tra i boschi. Verso nord una delle spiagge più conosciute e famose è quella di Pugnochiuso. Una particolarità del promontorio del Gargano è la presenza in tutta la costa di bellissime baie ed anfratti, anche se siete in vacanza con bambini piccoli troverete di sicuro degli angolini dove potrete tuffarvi voi ed i vostri piccoli senza preoccupazione alcuna per l’asperità del paesaggio. I piccoli poi saranno sicuramente affascinati dal magnifico panorama di grotte e scogliere che stimoleranno la loro fantasia in avventurose esplorazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *