La fiera di Santa Lucia a Scorrano

dal 12-12-2013 al 14-12-2013 #fiera #salento

Dal silenzio della chiesetta di Santa Lucia, nel cuore di Scorrano si risveglia Santa Lucia, creduta in questa deliziosa località salentina, cugina della protettrice Santa Domenica. Il giorno della grande festa, quello in cui da tutta la Puglia i fedeli arrivano a Scorrano per rendere omaggio alla Santa, il rito della grande Fiera di Santa Lucia si rinnova oggi, come all’inizio del XIX secolo. Famosa e antica è infatti la tradizionale “Fiera di Santa Lucia”, la quale per concessione del Re di Napoli, nel 1839, arrivò a contare ben quattro giorni di esposizione.

La fiera di Santa Lucia a Scorrano

Da ogni angolo del Salento all’alba, inizia il viaggio dei pellegrini verso Scorrano approfittando anche dell’atmosfera tipicamente natalizia: è un tripudio di colori, suoni e profumi. I colori degli splendidi costumi tradizionali, i suoni ancestrali degli allevatori, i profumi dei tappeti di rose ed essenze naturali che ricoprono le strade dove passerà la processione in onore della Santa. Identità, usanze, orgogli e tradizioni si incontrano e si fondono nel nome della riconoscenza e della devozione, in un evento organizzato con grande cura dall’Amministrazione comunale di Scorrano.

Alla fiera si potranno acquistare animali da cortile, attrezzi agricoli, frutta secca, le pigne vendute in grandi ceste di giunco i cui pinoli mondati orneranno i dolci natalizi. In Piazza Vittorio Emanuele, come da tradizione ci sarà la degustazione delle “Pittule di Natale” e il gusto continua a far da padrone con “Le vie del Vino” ed i “Colori e sapori del Natale”.
La “Fiera del bestiame” è allestita come mostra-mercato in contrada Neviera: promuoverà come ogni anno il bestiame del Salento da cui deriva la produzione di carne e latticini. Una delle novità di quest’anno è la mostra di animali ornamentali e di prodotti tipici della campagna salentina: è sostanzialmente la manifestazione più importante di tutto il Salento perché riguarda il settore principale dell’economia locale che è ancora rappresentato dall’allevamento del bestiame da latte. E’ anche l’occasione in cui si rivivono le vecchie usanze e tradizioni contadine, come il sistema di contrattazione che non prevedeva contratti scritti ma soltanto plateali.

Lungo le strade cittadine che portano alla Chiesa di Santa Lucia, si dispongono numerosissime bancarelle per la “Fiera dei pupi”, la ricca esposizione di oggetti natalizi, statuine del presepe, alberi di Natale, stoffe, tipicità natalizie: bisogna aspettare i giorni dell’Avvento per poter ascoltare a Scorrano il suono delle cornamuse, un antico strumento suonato fin dai tempi che furono perchè c’era sempre qualcuno che credeva avesse il potere di tenere tranquillo il bestiame. Data ormai per scomparsa, la tradizione della cornamusa a Scorrano è in corso di recupero grazie ad alcuni appassionati e ricercatori che hanno studiato i pochi strumenti superstiti e hanno raccolto testimonianze tra i più anziani.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *