Passata di Pomodoro

Autentica ricchezza, la passata di pomodoro è una delle conserve più preparate consumate in tutta Italia.  Nel Salento, in Puglia, da luglio sino ad agosto in ogni famiglia la preparazione della “salsa” di pomodoro è un impegno improrogabile.

Pomodori di PugliaNaturalmente  i migliori pomodori, senza presunzione, sono quelli del Salento. Procedimento: lavare bene e pulire i pomodori; mettere i pomodori in una grande bacinella piena d’acqua, spremere ogni pomodoro in modo da togliere tutti i semi; riponete i pomodori schiacciati in una grande pentola dove vi avrete adagiato precedentemente delle foglie di basilico; coprite e lasciare cuocere i pomodori girando di tanto in tanto.

Appena saranno leggermente cotti,  passare i pomodori con il passaverdure. A questo punto potete imbottigliare la vostra passata di pomodoro servendovi di un imbuto. Riempite le bottiglie (precedentemente lavate perché devono essere pulite) fino a 3 cm dalla bocca.

Prendere un pentolone grande, utilizzare dei canovacci da stendere sul fondo e tra le bottiglie in modo tale che durante la bollitura non si rompano. Disporre le bottiglie nel pentolone e coprite il tutto con acqua calda. Farli bollire per almeno mezz’ora da quando inizia a bollire e poi lasciare raffreddare il tutto. Tirate fuori le bottiglie e asciugatele, riponetele in un luogo asciutto al riparo dalla luce; la passata si conserva per circa un anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *