Pesciolini fritti marinati: Scapece

PESCIOLINI FRITTI MARINATI
La “scapece” ovvero pesci di piccola taglia, fritti , marinati , conservati in tini di legno con pane grattato, aglio, menta, aceto e zafferano deriva da una salamoia a base di pesce che nel Medioevo veniva importata dall’Oriente.


Scapece salentoLa scapece è un piatto da poveri usato come metodo di conservazione per poterlo spedire , a dorso del mulo, nell’entroterra.
Nel salento non c’è festa che si rispetti senza venditori di scapece, preparata in ampi tini, che attirano l’attenzione dei visitatori.
Ingredienti:pupiddhi(pesci di piccola taglia) 1 k- farina 50 g – olio extravergine 100 g- aglio ½ spicchi- zafferano, menta, sale, pane grattugiato.
Procedimento:Dopo aver pulito e squamato i pesciolini, infarinarli e friggerli in olio di oliva.Successivamente sistemarli a strati cospargendoli ad ogni strato di pane grattugiato mischiato con zafferano,aceto, menta e aglio tritato. Lasciare per qualche giorno prima di servire.

Ricetta dello Chef Gabriele Ferro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *