Sagra del maiale e Fiera di San Vito ad Ortelle

Nell’entroterra di Castro, dal 20 al 23 Ottbre 2011, una delle sagre più rinomate del salento si svolge a Ortelle: la Sagra del maiale.
I suini provenienti dagli allevamenti di Ortelle e Vignacastrisi, e per questo contrassegnati dal marchio Orvi, vengono valorizzati da diversi anni dall’Amministrazione comunale di Ortelle attraverso il disciplinare sulla tracciabilità, una sorta di marchio di genuinità a cui aderiscono, oltre al Comune di Ortelle, gli Allevatori, la Asl e l’Università di Teramo.

Nei pressi della splendida Chiesa Madre, dedicata al protettore San Giorgio, caratterizzata da portali in pietra leccese, verranno organizzati gli intrattenimenti principali e si ammireranno eccellenti artisti di strada, trampolieri, giocolieri e mangiafuoco. Nella serata di venerdì 21, anche l’esibizione del cantautore e menestrello P40 mentre quella di domenica 23 sarà animata dallo Sguariu Folk Trio.
Molto sentiti sono anche gli appuntamenti religiosi nella Cappella di San Vito e le processioni con la presenza delle delegazioni dei Paesi con il patrocinio del santo Martire.


Si potranno assaggiare, messi in bella mostra sui vari stand (posizionati al coperto e non) salumi, salsicce, spiedini, costine, scorsette, fettine di capocollo, cervell, sanguinacci, tocchetti di maiale lessati, e quant’altro la fantasia dei cuochi abbia suggerito.
Un giro per le viuzze del centro storico di Ortelle, porterà alla scoperta del magnifico  Palazzo Rizzelli, della Casa natale del pittore Giuseppe Casciaro scomparso nel 1941, del ben conservato frantoio ipogeo; ed è qui che si potrà assistere a diverse attività come mostre, rassegne filmiche e seminari sulla cultura del cibo. Tra le attrazioni, la tredicesima edizione della Mostra-Mercato, riqualificata con apposito progetto orientato alla valorizzazione dell’artigianato salentino di eccellenza, e la sesta Rassegna Regionale ‘Agro-Art’.

La tradizionale Fiera di San Vito che affianca la sagra, è una delle più antiche del sud Italia, che richiama ogni anno decine di migliaia di visitatori da tutto il meridione, tanto da ottenere il riconoscimento di “Manifestazione Fiera Regionale”: rappresenta un appuntamento imperdibile per espositori e produttori del maiale, la cui carne viene venduta, preparata e servita in tanti modi che ne valorizzano sapore e proprietà. Oltre alle prelibatezze culinarie, la fiera regala arte, cultura, musica e riti sacri.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info
{IMU_468_60}

I commenti sono chiusi.