L’anguria di Parabita

La generosità del temperamento dei salentini e il radicamento della buona cucina, rendono la
Puglia una delle regioni più ricche di feste, sagre, tradizioni, riti e culti che coniugano la tavola e le usanze tradizionali. Le feste culinarie in Salento si colorano sempre di sentimento popolare, suoni, cibi e profumi unici.
Immersa nel verde delle campagne attraversate da filari di vigneti e distese di olivi,
Parabita è una cittadina dalle innumerevoli bellezze paesaggistiche e storico-artistiche.

E’ qui che il 5 e il 6 Agosto del 2012 si terrà la Sagra dell’anguria, considerata come uno degli alimenti tipici dell’estate perché, fresca disseta  facilmente e reintegra  alla perfezione tutti i sali minerali che si perdono con il sudore, poiché è una vera fonte di acqua, nutrienti e vitamine.

Nei pressi della Basilica di Santa Maria della Coltura del 1913 caratterizzata dal magnifico rosone  realizzato in pietra leccese, numerosi stand saranno allestiti con angurie dalla buccia di un verde intenso, tesa, turgida e lucida. Se si avvicina il naso, si sentirà un profumo molto dolce e intenso, che farà venire l’acquolina in bocca a quanti accorreranno a questa sagra.
Tutti sanno che il gustoso sapore delle angurie coltivate nelle campagne di Parabita, è dato dagli aromi naturali che contiene, aromi di coltivazioni biologiche, fatte nel pieno rispetto della natura; il cocomero di Parabita, o anguria, oltre ad essere buono, è depurativo, diuretico, protettivo per il fegato e decongestionante delle vie respiratorie.
Come proprietà nutritive, possiede anche buone quantità di vitamina A, C e potassio; i Sali minerali come il potassio, il sodio, il calcio, il fosforo, permettono al fisico di combattere la spossatezza e stanchezza tipica dell’estate e del caldo di agosto a Parabita.

All’ombra del magnifico Castello di Parabita, risalente al 1500 si potranno gustare anguria al cognac o al rum, anguria in coppa con polpa frullata e mascarpone, anguria ripiena di macedonia, anguria ubriaca, coppe di anguria fatte da succo di anguria cotto a fuoco basso, crema di anguria con cioccolato tritato, frappé e frullati di anguria, gelatina di anguria e innumerevoli altre specialità.

Naturalmente a Parabita verranno servite varie altre specialità tra le quali spiccheranno formaggi (caci e ricotte) legati alla tradizione de pastori. Ancora oggi è possibile in alcune località nei dintorni di Parabita trovare dei rifugi agricoli dove i pastori preparano la ricotta con metodiantichi e viene offerta calda in un piatto di legno. Noto in tutto il mondo anche il primosale salentino e le provole. Anche il resto della frutta ricoprirà un ruolo preminente durante la Sagra dell’Anguria:  l’uva ed il limone insieme all’arancia avranno uno spazio speciale che renderà identificabili questi frutti come prodotti tipicamente salentini insieme al frutto simbolo della Puglia, il fico d’India. Il fico d’india sarà venduto ghiacciato la sera della sagra, nelle bancarelle di strada a Parabita.  Molto buono da gustare e rinfrescante anche il grosso cedro che verrà servito e consumato appena tagliato con un pizzico di sale.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *