Nociglia festeggia San Giuseppe

Il magnifico giardino di Nociglia, a marzo arricchito dai profumi della vicina primavera, affaccia sulla piazza principale della cittadina dove ogni anno il 18 e il 19 marzo, si tengono i festeggiamenti in onore di San Giuseppe. Il Santo trova numerosi devoti nella cittadina salentina ricca di bellezza mediterranea.
Anche quest’anno Nociglia è pronta ad accogliere i turisti e ad intrattenerli con serate di divertimento nelle quali si esibiranno le migliori orchestre, gruppi di ballo e tanto altro ancora. Non mancherà uno stand gastronomico ricco di gustose specialità pugliesi e salentine.
La festa sarà arricchita piacevolmente con luminarie, stand con varie mercanzie, musica, fuochi artificiali.

Il palazzo baronale di Nociglia fu edificato alla fine del XVII secolo, accanto ai resti del castello cinquecentesco. Davanti alla fastosa facciata e all’elegante portale, si festeggerà San Giuseppe, nella tradizione popolare sposo della Vergine Maria, e il santo protettore dei poveri e dei derelitti, poiché i più indifesi hanno diritto al più potente dei Santi.
In questo giorno, a Nociglia si ricorda la sacra coppia di giovani sposi, in un paese straniero ed in attesa del loro Bambino, che si videro rifiutata alla richiesta di un riparo per il parto. Questo atto, che viola due sacri sentimenti, l’ospitalità e l’amore familiare, viene ricordato in Salento e in particolare a Nociglia, con l’allestimento di un banchetto speciale.
Oltre a proteggere i poveri e le ragazze, San Giuseppe, in virtù della sua professione, è anche il protettore dei falegnami, che da sempre sono i principali promotori della sua festa. La festa del 18 e 19 marzo a Nociglia  è anche associata alla preparazione delle zeppole.

La chiesa Matrice di Nociglia, è dedicata a San Nicola Vescovo nonostante il protettore sia Sant’Antonio da Padova, ma San Giuseppe è molto rispettato a Nociglia. Anzi, la celebrazione di San Giuseppe è quella che meglio di tutte conserva un sapore antico, una delle manifestazioni storiche più attese in tutto il Salento, e presenta una serie di rituali a noi pervenuti quasi intatti attraverso i secoli.
Si tratta infatti di un evento scenografico, ancora osservato con scrupolosa regolarità da quelle persone ancora dedite alla distribuzione delle varie “devozioni”.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *