Panorami pugliesi: l’entroterra Guida della Puglia parte VIII

Il bellissimo paesaggio rurale che contraddistingue il territorio pugliese è costituito da immense distese di uliveti, alternati da ampi territori dominati da steppe di vegetazione spontanea, ricca di fiori e profumi, vigneti arroccati sulle colline tra improvvise spaccature nella roccia, là dove gli impetuosi torrenti hanno scavato ed eroso per millenni la roccia calcarea in profonde gole e vallate.

Muretto a secco pugliaChi ama la natura e si spinge in esplorazione nell’entroterra, potrà ammirare l’aspro e pietroso paesaggio carsico che contraddistingue il sostrato geologico del territorio in Puglia.

Un terreno avaro di terra fertile ma che, grazie al lavoro paziente di generazioni e generazioni di uomini ha mitigato la sua asprezza con le pazienti opere di trasformazione del territorio: muretti a secco, edifici rurali e ricoveri di genti ed armenti, mucchi di pietre accumulati per scrutare l’orizzonte e le greggi da lontano, canali di pietra per costringere la poca acqua a non disperdersi ed accumularla in pozzi anch’essi di pietra, antichi sentieri, i tratturi, dove le greggi venivano condotto verso i pascoli stagionali.

Il paesaggio pugliese, quando non è coltivato a vigna ed uliveto è arido e brullo, ed è la steppa a contraddistinguere il paesaggio.

Non mancano tuttavia estese pinete, e folti boschi. Molto estesa è pure la macchia mediterranea, fatta di profumatissimi cespugli di varie specie di arbusti che talvolta si spingono fino al bordo del mare.

Molte le aree protette e le riserve naturali presenti su tutto il territorio. Il Parco nazionale dell’Alta Murgia è un suggestivo panorama di gole e canyon come quello di Gravina e le impressionanti doline carsiche della zona di Altamura.

Il Subappennino Dauno è un’area di notevole importanza dal punto di vista naturalistico, ed infatti ampie parti del suo territorio rientrano all’interno di un area protetta e di un parco naturale. Preziosa la presenza di boschi di carpini, querce ed aceri, tra i quali è possibile trovare anche preziosi esemplari dell’antica fauna che popolava la regione, il nibbio, la lontra ed il lupo, minacciati di estinzione.

Il Parco Nazionale del Gargano, che comprende l’intera promontorio del Gargano, presenta ampie aree di notevole interesse, tra le quali spicca la Foresta Umbra, un bosco di grandi dimensioni costituito perlopiù di faggi.

Nella provincia di Lecce il Parco Naturale Regionale di Porto Selvaggio e Palude del Capitano, è una bella distesa di pinete tra cui affiorano le interessanti formazioni carsiche delle doline.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *