Porto Selvaggio: una costa incontaminata

Il nome di questo luogo ricorda la natura incontaminata, la civiltà lontana, la natura al suo stadio più puro. Qui le acque sono profonde e la costa è tagliata da bastioni rocciosi che si inabissano nel mare. Tutto sembra intatto, inesplorato.

{IMU_468_60}

La natura, in questo luogo, ha contribuito molto nel preservare l’aspetto incontaminato di questi luoghi ma fondamentale è stato anche il contributo della sensibilità salentina di molti uomini che hanno combattuto affinché questi luoghi rimanessero solo l’antica meta di lontani pirati. Per quanto si è potuto fare, questo luogo è rimasto intatto. Oggi, su questo lembo di terra che si stende da Porto Cesareo a Gallipoli , tra i resti delle di Torre dell’Uluzzo e Torre dell’Alto, si è conservata una delle coste più suggestive di tutto il tacco.

Questa terra, nel 1980, è diventata un Parco nazionale sopprimendo definitivamente ogni tentativo di edificazione e civilizzazione. La costituzione di questo parco nazionale è stato l’epilogo di una lunga lotta tra imprenditori e amanti della natura. Riconoscendo le immense potenzialità di questi luoghi, si voleva trasformare questa terra in un luogo vacanziero, meta di migliaia di turisti. Ma la lotta dei salentini è stata fondamentale e oggi le uniche specie accolte, in questi luoghi, sono le piante mediterranee, la fauna libera e selvatica, le grotte, gli anfratti. Le acque profonde sono generalmente abitate da scogli e bisogna essere dei bravi nuotatori per avventurarsi in queste acque. Ma se questo può sembrare una pecca a chi desidera le sconfinate distese di sabbia bianca e fine, ricordiamo che i suoi fondali sono fra i più belli di tutti i mari del sud.

{IMU_468_60}

Oltre ad essere un luogo naturale e incontaminato (appunto selvaggio), è anche un luogo di straordinario interesse archeologico. Nelle sue grotte sono stati rinvenuti manufatti preistorici che hanno innalzato Porto Selvaggio all’interesse internazionale. I giacimenti rinvenuti nella Grotta del Cavallo fanno risalire l’insediamento umano sin dai tempi della pietra, facendo emergere così l’importanza storica che ha sempre avuto questo luogo per l’uomo.

I commenti sono chiusi.