Quando la preistoria è dietro l’angolo: la Grotta di Santa Croce (Bisceglie – Bari)

Una delle tante meraviglie del mondo sono, sicuramente, le grotte. Sia che si acceda via mare che via terra, sono luoghi affascinanti che permettono di penetrare nel cuore della Terra e di vederla da un lato inesplorato. Create dall’uomo o dalla natura, alcune di esse sono scrigni preziosi che custodiscono le tracce del passato.

La Grotta di Santa Croce, a 7 km dal centro di Bisceglie (Bari) si erge a 120 metri sul livello del mare e si apre sul versante destro dell’omonima Lama di Santa Croce. I primi lavori in questa grotta sono iniziati nel lontano 1934 e da allora sono progrediti, alla forsennata ricerca di rendere questo luogo accessibile e visitabile senza pericolo alcuno. Numerosi lavori di disostruzione hanno finalmente reso accessibile e visitabile questo complesso naturale risalente al carsico antico e che si è formato, nei millenni, per l’azione erosiva di un fiume sotterraneo.

L’acqua, corrodendo la pietra, non ha distrutto tutto. Qui sono stati rinvenuti resti appartenenti al Paleolitico e alla specie dell’Uomo di Neanderthal, come è visibile dal calco di un femore umano appartenente ad un individuo adulto di Homo Sapiens Neanderthalensis (specie umana che abitava il territorio circa 7000 anni fa), oggi visionabile all’interno della grotta. Insieme a questo fa testimonianza di sé il calco di un’antica stuoia di fibre vegetali che risale al Neolitico.

Come la lava che ha congelato la vita di quel giorno infausto a Pompei, questa grotta conserva gelosamente le tracce e le stratificazioni della storia. Grazie alla collaborazione di molti volontari, passeggiando in questa grotta si può leggere la storia dell’uomo e del suo pianeta su una serie di pannelli che spiegano il ciclo evolutivo della specie umana e me mostrano le tracce. Oltre a questo la grotta conserva gelosamente vecchie croci Bizantine scolpite nella roccia, dipinti di figure rituali, stalattiti e cunicoli.

Oggi la Grotta di Santa Croce è stata resa accessibile ai visitatori organizzando visite guidate all’interno della cavità con la presenza di esperti che spiegano l’evoluzione della terra e dell’uomo raccontandola partendo dai resti rintracciabili nella grotta. Se volete sfogliare il grande libro della storia della Terra e dell’uomo non potete mancare a questo appuntamento.

Un pensiero su “Quando la preistoria è dietro l’angolo: la Grotta di Santa Croce (Bisceglie – Bari)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *