Turismo verde in Puglia

E’ sempre più facile trovare tra le proposte di pacchetti vacanze e soggiorni nelle località turistiche chi vi offre la possibilità di trascorrere la vostra vacanza all’insegna del rispetto dell’ambiente, del contato con la natura, del turismo sensibile, o, come viene chiamato oggi giorno, eco turismo.

torre-capece-pc

la campagna pugliese regala scorci suggestivi ai visitatori

Tali proposte sono il frutto di un rinato interesse ed amore per la bellezza della natura incontaminata, in cui i paesaggi ed i panorami non sono fortemente compromessi dalla presenza dell’uomo oppure dove questa presenza è all’insegna di un armonioso rapporto con il territorio. Quindi turismo verde, compatibile con il territorio, non inquinante, rispettoso e capace di valorizzare l’autenticità di un territorio invece che piegarlo con massicci interventi strutturali alla logica del profitto e dello sfruttamento dissennato.

La Puglia presenta in questo senso delle notevoli possibilità, grazie ad un panorama splendido ed ancora in parte genuino, a spiagge e litorali che solo recentemente hanno conosciuto lo sviluppo dell’industria turistica e che quindi non sono ancora stati in grado di provocare al paesaggio danni irreparabili, e grazie anche al millenario lavoro di pazienti agricoltori che hanno strappato a questa terra rude ed aspra, che affiora tra altipiani e gole, torrenti impetuosi e rocce carsiche, distese di terreni diventati campi coltivati, oliveti, vigneti, che donano deliziosi e genuini prodotti per la gioia del nostro gusto e del nostro palato.

Gli agriturismi fanno parte di questa rinnovata sensibilità per il territorio. Sparsi per la campagna pugliese, ricavati nelle antiche masserie che nel medioevo rappresentavano gli unici nuclei abitativi del territorio, o nei trulli e nelle pajare, le suggestive abitazioni contadine realizzate accumulando sapientemente pietra su pietra, senza l’uso di calce, offrono all’ospite un incantevole soggiorno in cui oltre al pernottamento sono compresi pranzi e cene all’insegna dei prodotti locali, della pasta fresca, orecchiette e cavatelli, fatti con la farina del grano duro che è specialità di questi luoghi, all’olio extravergine di oliva, dagli ortaggi al genuino vino locale.

Anche i rinomati ristoranti km0, dove si cucinano e servono in tavola esclusivamente prodotti della regione fanno parte dell’ideale circuito del turismo sensibile.

E poi, piste ciclabili nelle splendide campagne dell’entroterra, escursioni a dorso di mulo o a cavallo, per utilizzare una modalità di trasporto non inquinante e passeggiate a piedi per assaporare più da vicino la bellezza del territorio. Non è raro trovare chi vi offre tali escursioni e si sofferma ad illustrarvi tra le pause di una bella passeggiata o dopo un bel pranzo, problematiche e risorse del territorio, usanze locali e metodi di produzione antichi all’insegna della tradizione, che vi porta a visitare frantoi ed aziende agricole dove al primo posto non è la quantità ma la qualità e la genuinità.

Il turismo verde è ormai una realtà anche in Puglia, e su internet e nelle agenzie di viaggi specializzate è facile, con una breve ricerca, trovare la proposta che fa per voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *