XX edizione, Sagra te lu ranu a Merine

Caratteristica principale della cittadina di Merine, nel cuore del Salento,  e motivo di successo della famosissima Sagra “te lu ranu” (del grano), è che tutte le produzioni, metodi di lavorazione e materie prime utilizzate, sono state mantenute intatte nel tempo, quindi identiche a quelle degli antichi avi.
Il nome di questa sagra, caratterizza sia il periodo stagionale del raccolto delle messi, ma anche e soprattutto un prodotto locale, risorsa cospicua per il paese.
A Merine, ogni anno a luglio, il borgo diventa teatro della sagra del grano, simbolo di un riscatto sociale: la conquista del senso di comunità che ruota intorno alle antiche tradizioni.
Le farine rigorosamente selezionate tra i migliori mulini di Merine, l’acqua, il lievito naturale, il clima temperato di questi luoghi, la lenta lievitazione, le mani sapienti, la cottura nel forno a legna, fanno dei prodotti a base di grano l’orgoglio dell’intera cittadina.
Particolari che, aggiunti ad una lavorazione tradizionale, consentono ai prodotti stessi una più lunga conservazione e una fragranza unica.

Partita nel lontano 1993, la Sagra te lu Ranu è giunta nel 2012 alla ventesima edizione, e vuole anche coniugare con il contenuto della bontà insostituibile del grano, frutto della terra e del lavoro dell’uomo, al valore della simbologia cristiana e mariana. Non a caso la “Sagra te lu Ranu”, è collegata alla festività del 14 e 15 agosto, festa dell’Assunzione di Maria Vergine, patrona della cittadina.

Lungo le vie e le piazze del centro storico di Merine, verranno allestiti i vari stand gastronomici. Il centro storico di Merine ha l’aspetto di un agglomerato rurale, costituito da casupole dipinte di bianco, realizzate con muratura irregolare e con il tetto a spiovente. Tutt’intorno alla cittadina, antiche masserie e ad altre costruzioni fortificate, costruite un tempo con la funzione di proteggersi dai briganti, circondate da fertili terreni, producono il grano destinato ad alimentare la sagra di luglio.
La gente di Merine produce direttamente nei propri laboratori ogni prodotto oggetto della sagra te lu ranu. Le materie prime impiegate in tutti i processi produttivi sono le migliori in assoluto, e reperibili sul mercato locale, come oltre il 90% delle farine e delle uova, e i condimenti supplementari.
Caratteristica di Merine, è che il controllo sulla qualità dei prodotti offerti sui vari stand ai turisti, ai curiosi e ai visitatori buongustai, è assoluto, e viene applicato in ogni singolo procedimento.
In Piazza Nuova numerosi stand offriranno pane fresco e friselle: la cottura avviene in forni a legna in pietra refrattaria, in grado di mantenere costante la temperatura per tutto il tempo necessario, scaldati con fascine di legna provenienti dalle campagne salentine.
In Piazza Maria SS Assunta l’animazione non mancherà, e oltre alla tradizionale pizzica e ai cantanti che si esibiranno nelle varie serate insieme ad artisti di strada, non mancheranno danzatori di liscio. La Chiesa di Maria SS. Assunta, sicuramente è da vedere: è il tempio più antico di Merine: restaurato nel secolo scorso, una decina di anni fa è stato restituito alla sua struttura originaria, dopo i tanti interventi subiti nei secoli.

Nei pressi del Centro Pastorale Don Bosco per l’edizione 2012 della sagra verranno allestite panche per permettere ai visitatori di gustare comodamente tutti i prodotti a base di grano, con farine salentine che sono garantite dal pieno e rigoroso rispetto delle certificazioni e delle normative vigenti nel settore alimentare: la salute e la tutela dei visitatori di questa sagra di Merine, sono la base su cui poggia tutta la filosofia della sagra stessa.

Lungo via Palmieri verranno allestiti stand che offriranno prodotti a base di grano duro e a base di grano tenero: il grano duro si differenzia da quello tenero per il contenuto di proteine lievemente superiore, ma soprattutto per i prodotti della macinazione: il grano duro, infatti, produce semole e semolati dai granuli grossi con spigoli netti, mentre dal grano tenero si ottengono farine dai granuli tondeggianti.
Il grano duro è adatto per la produzione di pasta alimentare che si troverà in tentissime varietà sugli stand allestitti a Merine, e del delizioso pane; il grano tenero di Merine fornirà del profumatissimo  e anche e soprattutto  pasta all’uovo servita in nuymerosissime varietà.

Infine in via Montenegro non mancheranno le dissetanti bibite, da gustare tra saltimbanchi e musica, noncheè spettacoli e attrazioni di ogni genere.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *