la Puglia nell'antichità, Guida ti porterà a visitare il territorio della puglia, tra foto, cultura, arte e tradizione - Oggi: 27/05/2019

italianoenglishfrancaisdeutschespanol

Storia della Puglia

 

La Puglia nell'antichita: VI-I millennio a.C.

Fu nel III millennio a.C. che popolazioni provenienti dall’Europa centrale, attraversarono l’italia e occuparono le regioni centro meridionali. Fu nel II millennio che questi popoli chiamati genericamente italici assunsero dei nomi diversi a seconda del luogo che occuparono: Umbri in Umbria, Piceni nelle Marche, Sabini, Latini e Volsci rispettivamente nel nell’alto, medio e basso Lazio, in Puglia Apuli e così via. Fu nel 1900 a.C. che un altro popolo, gli Il lirico-Japigi, provenienti dai Balcani si insediarono, assieme agli Ausoni-Opici provenienti dalla Campania , in Puglia. Essi furono definiti da Strabone Apuli italici. Successivamente approdarono sulle coste pugliesi gli Arcadi nel 1800 a.C., i Micenei nel 1600 a.C., gli Egeo-Cretesi nel 1400 a.C. ed infine gli Japigi di seconda generazione che possono ben essere considerati i nostri più diretti antenati. Secondo la leggenda questi ultimi sbarcarono in Sicilia, guidati da Japige, per rivendicare la morte del re cretese Minosse ma durante il viaggio di ritorno le loro navi naufragarono sulle coste pugliesi costringendoli a fermarsi sulla terra ferma e a creare numerose città fra le quali le più importanti sono Uria (Oria) e Satyrion che divenne poi, Taranto.


“ Ma come navigando giunsero all’altezza della Japigia , una grande tempesta li sorprese e li gettò sul litorale; ed essendosi sconquassate le navi, poiché non appariva loro nessun mezzo per tornare a Creta, rimasero lì fondando la città di Uria e- mutato nome- dai Cretesi divennero Japigi ed invece di isolani, continentali. Muovendo dalla città di Uria, colonizzarono altre città ”.

Erodoto, Storie, VII, 170

Tuttavia è molto probabile che gli Egeo-Cretesi abbiano voluto appropriarsi sia territorialmente che mitologicamente di queste nuove terre inventando così l’eroe Japige.
La vera e propria trasmigrazione di Japigi si ebbe solo a partire dal XI sec a.C. quando sbarcarono sulle nostre coste Dauni, Peucezi e Messapi. Successivamente arrivarono i Laconi o Lacedemoni e gli Spartani Partenti che fondarono Taranto e co9ntribuirono alla nascita della civiltà della Magna Grecia.